News Unionfiliere http://www.unionfiliere.it/ News Unionfiliere http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss http://www.unionfiliere.it/ <![CDATA[ Registro imprese e digitalizzazione, le sfide delle Camere di Commercio ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A246C63S40/Registro-imprese-e-digitalizzazione--le-sfide-delle-Camere-di-Commercio.htm Wed, 07 Sep 2016 12:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A246C63S40/Registro-imprese-e-digitalizzazione--le-sfide-delle-Camere-di-Commercio.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Intervista al Presidente Luca Giusti - Platinum Il Sole 24 Ore ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A244C63S40/Intervista-al-Presidente-Luca-Giusti---Platinum-Il-Sole-24-Ore.htm Tue, 15 Mar 2016 15:03:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A244C63S40/Intervista-al-Presidente-Luca-Giusti---Platinum-Il-Sole-24-Ore.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Tessile, export in frenata ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A243C63S40/Tessile--export-in-frenata.htm Wed, 10 Feb 2016 14:02:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A243C63S40/Tessile--export-in-frenata.htm Cina e USA da "coltivare"

]]>
Cina e USA da "coltivare"

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Il tessile scivola (-2,3%) ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A242C63S40/Il-tessile-scivola---2-3--.htm Wed, 10 Feb 2016 10:02:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A242C63S40/Il-tessile-scivola---2-3--.htm Export in calo nel 2015 ma le previsioni sono migliori nel 2016

]]>
Export in calo nel 2015 ma le previsioni sono migliori nel 2016

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Il made in Italy avrà il suo Comitato ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A237C63S40/Il-made-in-Italy-avra-il-suo-Comitato.htm Fri, 08 Jan 2016 09:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A237C63S40/Il-made-in-Italy-avra-il-suo-Comitato.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Bulgari sceglie Valenza per costruire la più grande manifattura di gioielleria d?Europa ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A236C63S40/Bulgari-sceglie-Valenza-per-costruire-la-piu-grande-manifattura-di-gioielleria-d-Europa-.htm Fri, 04 Dec 2015 12:12:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A236C63S40/Bulgari-sceglie-Valenza-per-costruire-la-piu-grande-manifattura-di-gioielleria-d-Europa-.htm Bulgari sceglie Valenza per costruire la più grande manifattura di gioielleria d’Europa

Prevede di assumere a regime 300 persone e riunirà in un unico sito l’attività che oggi è suddivisa su due stabilimenti produttivi, nella stessa città orafa e a Solonghello. Inaugurazione prevista nella seconda metà dell’anno prossimo

Bulgari ha presentato ]]> Bulgari sceglie Valenza per costruire la più grande manifattura di gioielleria d’Europa

Prevede di assumere a regime 300 persone e riunirà in un unico sito l’attività che oggi è suddivisa su due stabilimenti produttivi, nella stessa città orafa e a Solonghello. Inaugurazione prevista nella seconda metà dell’anno prossimo

Bulgari ha presentato oggi a Valenza il progetto della nuova Manifattura di gioielleria, la più grande in Europa. La struttura è stata illustrata ai media con l’ausilio di proiezioni e un plastico al Centro comunale di cultura da Jean-Christophe Babin, presidente e ad, Mauro Di Roberto, Jewellery Business Unit Managing Director, Nicolò Rapone, Operations Director. C’era anche l’assessore regionale alla Formazione professionale Giovanna Pentenero, oltre al sindaco Gianluca Barbero. 

La Manifattura aumenterà la capacità produttiva del marchio e prevede di assumere, a regime, 300 persone. Sarà costruita anche grazie all’utilizzo di tecnologie innovative e di materiali a basso impatto ambientale, è stata progettata dallo studio di architettura Open Project e riunirà in un unico sito l’attività che oggi è suddivisa su due stabilimenti produttivi, a Valenza e Solonghello.  

L’inaugurazione è prevista nella seconda metà del 2016  

Il nuovo complesso, che ospiterà funzioni produttive e amministrative, sarà composto da due edifici dai caratteri architettonici decisamente differenti, a creare un ponte ideale tra innovazione e tradizione. Il progetto prevede, infatti, sia il recupero di un edificio già esistente dal grande valore storico, la Cascina dell’Orefice - sede agli inizi del ‘800 del primo insediamento orafo di Valenza – che sarà interamente ricostruita, valorizzata e ampliata grazie all’aggiunta di una nuova ala interamente rivestita in vetro; sia la realizzazione di un nuovo edificio, distribuito su tre livelli, caratterizzato da una corte interna di quasi 600 mq appositamente inserita nel progetto per garantire all’intera struttura una corretta illuminazione e ventilazione naturale. 

La Manifattura, che supporterà la crescita dei volumi produttivi della gioielleria e quindi la forza del marchio del gruppo LVMH, avrà una struttura e una linea industriale d’avanguardia con l’obiettivo di razionalizzare i processi e di creare un centro di eccellenza che comprenderà tutte le fasi del processo produttivo dai prototipi alla realizzazione di gioielleria di collezione a complessità crescente.  

Con questo progetto, il gruppo Bulgari assume una nuova dimensione e si proietta con fiducia al futuro e alla creazione di nuovi posti di lavoro nell’area di Valenza. Grazie alle oltre 300 nuove assunzioni, cresceranno a circa 700 le persone che vi lavoreranno, quasi il doppio rispetto al numero dei dipendenti in forza presso l’attuale struttura. 

 

Attenzione all’ambiente......  

Nel progettare il nuovo sito produttivo, Bulgari ha tenuto in grande considerazione gli aspetti ambientali e ha deciso di porsi come obiettivo il rispetto di tutti i criteri di sostenibilità e conformità al sistema di certificazione ambientale internazionale Leed (Leadership in Energy & Environmental Design) alla cui valutazione sarà sottoposta, una volta completata, l’intera struttura della Manifattura.  

 

........E alla formazione  

ul fronte della formazione, Bulgari prevede di continuare a investire sul territorio e a coltivare la maestria valenzana, avviando a partire dal 2016 un’intensa attività che si articolerà in più fasi e sarà concentrata soprattutto presso le principali scuole orafe italiane. Nascerà la Bvlgari Academy, un’istituto di formazione all’interno del sito che permetterà di accogliere in stage gli studenti provenienti dalle scuole, nonché i neo assunti.  

 

«Tappa storica»  

L’azienda si è data inoltre l’obiettivo di sostenere la valorizzazione di strumenti e strutture già attive sul territorio valenzano, valutando anche il cofinanziamento di attività formative specifiche finalizzate alle proprie assunzioni: sta dialogando con Regione e Comune per rinforzare l’offerta formativa che trova il suo baricentro presso il For.Al, la scuola orafa «Vincenzo Melchiorre» aperta nel 1972 e con la quale Bulgari collabora positivamente da più di un decennio. 

«Quella di oggi è una tappa storica per Bulgari e per Valenza - dichiara Jean-Christophe Babin - . La nuova Manifattura amplierà la forza produttiva del marchio fornendo i volumi necessari a sostenere la crescita del mercato. Questo progetto per noi significa investire nell’inestimabile valore dell’arte manifatturiera italiana, che insieme a creatività e stile, contraddistingue l’eccellenza dei suoi prodotti. Il nuovo sito dai sistemi innovativi e a basso impatto ambientale, si inserisce coerentemente in una rete produttiva che si sviluppa la dove c’è il know how e la capacità tecnica di ogni categoria di prodotto. Valenza si aggiunge infatti al laboratorio di Alta Gioielleria a Roma, alla Manifattura accessori a Firenze, ai laboratori di sviluppo dei meccanismi e assemblaggio degli orologi in Svizzera. La grande sfida sta nel mantenere un’altissima qualità e farlo in un modo sempre più competitivo». 

Piero Bottino

Valenza

(tratto da “La Stampa”)

 

 

http://www.lastampa.it/2015/12/02/edizioni/alessandria/bulgari-sceglie-valenza-per-costruire-la-pi-grande-manifattura-di-gioielleria-deuropa-1A1m7GHgWBIl0DGogKvQCN/pagina.html 

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Prato: premiate le aziende TFashion ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A235C63S40/Prato--premiate-le-aziende-TFashion.htm Mon, 23 Nov 2015 14:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A235C63S40/Prato--premiate-le-aziende-TFashion.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Green Economy - Ivanhoe Lo Bello, Presidente Unioncamere: "L'ambiente porta valore alle aziende" ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A232C63S40/Green-Economy---Ivanhoe-Lo-Bello--Presidente-Unioncamere---L-ambiente-porta-valore-alle-aziende-.htm Mon, 09 Nov 2015 17:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A232C63S40/Green-Economy---Ivanhoe-Lo-Bello--Presidente-Unioncamere---L-ambiente-porta-valore-alle-aziende-.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Derby Italia - Germania: 4.0 (per la nostra industria) ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A231C63S40/Derby-Italia---Germania--4-0--per-la-nostra-industria-.htm Mon, 09 Nov 2015 17:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A231C63S40/Derby-Italia---Germania--4-0--per-la-nostra-industria-.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ La via italiana alla sostenibilità ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A230C63S40/La-via-italiana-alla-sostenibilita.htm Mon, 09 Nov 2015 16:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A230C63S40/La-via-italiana-alla-sostenibilita.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Economia circolare strada obbligata ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A229C63S40/Economia-circolare-strada-obbligata.htm Mon, 09 Nov 2015 16:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A229C63S40/Economia-circolare-strada-obbligata.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Il futuro del Paese è la grande onda dell'innovazione ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A228C63S40/Il-futuro-del-Paese-e-la-grande-onda-dell-innovazione.htm Mon, 09 Nov 2015 16:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A228C63S40/Il-futuro-del-Paese-e-la-grande-onda-dell-innovazione.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Le Pmi vedono l'uscita dalla crisi ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A227C63S40/Le-Pmi-vedono-l-uscita-dalla-crisi.htm Mon, 09 Nov 2015 16:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A227C63S40/Le-Pmi-vedono-l-uscita-dalla-crisi.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ La rinascita della Via della Seta ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A205C63S40/La-rinascita-della-Via-della-Seta.htm Tue, 21 Jul 2015 09:07:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A205C63S40/La-rinascita-della-Via-della-Seta.htm Conferenza stampa di presentazione “La Rinascita della Via della Seta”

 

Il 17 giugno 2015 alle ore 11.00 si è tenuta presso il CRA-API di Padova la conferenza stampa di presentazione de “La Rinascita della Via della Seta”.

E’ stata presentata la rete d’imprese che ha ricostruito e ]]> Conferenza stampa di presentazione “La Rinascita della Via della Seta”

 

Il 17 giugno 2015 alle ore 11.00 si è tenuta presso il CRA-API di Padova la conferenza stampa di presentazione de “La Rinascita della Via della Seta”.

E’ stata presentata la rete d’imprese che ha ricostruito e riorganizzato l’intero ciclo della seta, dalla coltivazione del gelso all’allevamento dei bachi, fino alla trasformazione del filato, grazie alla preziosa collaborazione con il CRA-API.

Interventi:

Evento realizzato in collaborazione con il Museo degli Insetti Viventi “Esapolis”.

 

Comunicato stampa e foto

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ DISMISSIONE MOBILE - INVITO AD OFFRIRE ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A204C63S40/DISMISSIONE-MOBILE---INVITO-AD-OFFRIRE.htm Mon, 08 Jun 2015 17:06:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A204C63S40/DISMISSIONE-MOBILE---INVITO-AD-OFFRIRE.htm  

In occasione del trasloco della sede di Unionfiliere, si pubblica il presente "invito ad offrire" relativo alla dismissione di un condizionatore portatile di proprietà dell'Associazione.
Chiunque fosse interessato, può presentare un'offerta alle condizioni previste dal bando.
Per eventuali, ulteriori informazioni, si prega contattare la segreteria al n. 06 4704363  

In occasione del trasloco della sede di Unionfiliere, si pubblica il presente "invito ad offrire" relativo alla dismissione di un condizionatore portatile di proprietà dell'Associazione.
Chiunque fosse interessato, può presentare un'offerta alle condizioni previste dal bando.
Per eventuali, ulteriori informazioni, si prega contattare la segreteria al n. 06 4704363

BANDO DISMISSIONE MOBILE (CONDIZIONATORE)

MODULO RICHIESTA CESSIONE BENE
 

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ DISMISSIONE MOBILI - INVITO AD OFFRIRE ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A203C63S40/DISMISSIONE-MOBILI---INVITO-AD-OFFRIRE.htm Mon, 08 Jun 2015 17:06:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A203C63S40/DISMISSIONE-MOBILI---INVITO-AD-OFFRIRE.htm  

In occasione del trasloco della sede di Unionfiliere, si pubblica il presente "invito ad offrire" relativo alla dismissione di mobili e attrezzature di proprietà dell'Associazione.

Chiunque fosse interessato, può presentare un'offerta alle condizioni previste dal bando.

Per eventuali, ulteriori informazioni, si prega contattare la segreteria al n. 06 4704363

< ]]>
 

In occasione del trasloco della sede di Unionfiliere, si pubblica il presente "invito ad offrire" relativo alla dismissione di mobili e attrezzature di proprietà dell'Associazione.

Chiunque fosse interessato, può presentare un'offerta alle condizioni previste dal bando.

Per eventuali, ulteriori informazioni, si prega contattare la segreteria al n. 06 4704363

BANDO DISMISSIONE BENI

MODULO RICHIESTA CESSIONE BENI

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ "Made in" resta il muro di Berlino ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A202C63S40/-Made-in--resta-il-muro-di-Berlino.htm Fri, 29 May 2015 16:05:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A202C63S40/-Made-in--resta-il-muro-di-Berlino.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Ancora stallo sul Made in ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A201C63S40/Ancora-stallo-sul-Made-in.htm Fri, 29 May 2015 16:05:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A201C63S40/Ancora-stallo-sul-Made-in.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Trasferimento sede Unionfiliere ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A200C63S40/Trasferimento-sede-Unionfiliere.htm Mon, 11 May 2015 12:05:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A200C63S40/Trasferimento-sede-Unionfiliere.htm  

Gli uffici di UNIONFILIERE sono stati trasferiti presso Unioncamere – Villino Adrianeo -  Piazza Sallustio n° 21 – 00187 Roma.
Il nuovo recapito, sia per telefono che per fax, è lo 06 4704363. Resta invariato l’indirizzo e-mail: segreteria@unionfiliere.it.

]]>
 

Gli uffici di UNIONFILIERE sono stati trasferiti presso Unioncamere – Villino Adrianeo -  Piazza Sallustio n° 21 – 00187 Roma.
Il nuovo recapito, sia per telefono che per fax, è lo 06 4704363. Resta invariato l’indirizzo e-mail: segreteria@unionfiliere.it.

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ I distretti produttivi si preparano a trainare la ripresa italiana ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A199C63S40/I-distretti-produttivi-si-preparano-a-trainare-la-ripresa-italiana.htm Tue, 24 Feb 2015 14:02:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A199C63S40/I-distretti-produttivi-si-preparano-a-trainare-la-ripresa-italiana.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Moda, motore del made in Italy ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A198C63S40/Moda--motore-del-made-in-Italy.htm Tue, 24 Feb 2015 14:02:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A198C63S40/Moda--motore-del-made-in-Italy.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Qualità made in Italy: moda e ospitalità della provincia di Frosinone - 8 febbraio 2015 ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A197C63S40/Qualita-made-in-Italy--moda-e-ospitalita-della-provincia-di-Frosinone---8-febbraio-2015.htm Mon, 02 Feb 2015 12:02:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A197C63S40/Qualita-made-in-Italy--moda-e-ospitalita-della-provincia-di-Frosinone---8-febbraio-2015.htm

]]>

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Il 30 gennaio la consegna della certificazione TFashion alle imprese orafe della provincia di Alessandria ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A196C63S40/Il-30-gennaio-la-consegna-della-certificazione-TFashion-alle-imprese-orafe-della-provincia-di-Alessandria.htm Mon, 02 Feb 2015 12:02:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A196C63S40/Il-30-gennaio-la-consegna-della-certificazione-TFashion-alle-imprese-orafe-della-provincia-di-Alessandria.htm Si è svolta lo scorso 30 gennaio presso il Politecnico di Torino, nella sede di Alessandria, la cerimonia di premiazione di alcune imprese del settore orafo della provincia di Alessandria che hanno ottenuto la certificazione TFashion, sistema di tracciabilità volontaria promosso dal Sistema Camerale Italiano.

Si tratta della consegna degli attestati alle imprese del settore orafo della provincia di Alessandria che s ]]> Si è svolta lo scorso 30 gennaio presso il Politecnico di Torino, nella sede di Alessandria, la cerimonia di premiazione di alcune imprese del settore orafo della provincia di Alessandria che hanno ottenuto la certificazione TFashion, sistema di tracciabilità volontaria promosso dal Sistema Camerale Italiano.

Si tratta della consegna degli attestati alle imprese del settore orafo della provincia di Alessandria che si sono certificate con il marchio Traceability & Fashion, un sistema di tracciabilità volontario finalizzato a qualificare le eccellenze italiane legate al sistema Moda, elaborato in totale condivisione con le principali Associazioni di categoria del settore a livello nazionale.

Le Camere di Commercio attraverso UNIONFILIERE, organismo del Sistema camerale italiano, hanno messo a punto un meticoloso sistema di verifiche presso gli stabilimenti delle aziende aderenti alla certificazione, che assicura la massima serietà e trasparenza nell’applicazione del sistema di tracciabilità; le attività di verifica sono realizzate secondo principi di imparzialità, indipendenza e competenza tecnica.
Con la certificazione TFashion le imprese adottano uno strumento attraverso il quale comunicare ai consumatori un’informazione chiara e completa circa i valori della propria azienda, così da garantire:

  • Trasparenza nei confronti del consumatore finale
  • Responsabilità nei confronti dei propri fornitori
  • Autenticità del prodotto
  • Eticità dei comportamenti.
]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Made in Italy: "anche in casa prospera la concorrenza sleale" ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A195C63S40/Made-in-Italy---anche-in-casa-prospera-la-concorrenza-sleale-.htm Mon, 26 Jan 2015 11:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A195C63S40/Made-in-Italy---anche-in-casa-prospera-la-concorrenza-sleale-.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Quanto è vivibile l'abbigliamento in Italia? ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A194C63S40/Quanto-e-vivibile-l-abbigliamento-in-Italia-.htm Mon, 26 Jan 2015 10:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A194C63S40/Quanto-e-vivibile-l-abbigliamento-in-Italia-.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Moda, la Cina è qui da noi: le griffe sfruttano il lavoro come a Prato ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A193C63S40/Moda--la-Cina-e-qui-da-noi--le-griffe-sfruttano-il-lavoro-come-a-Prato.htm Mon, 26 Jan 2015 10:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A193C63S40/Moda--la-Cina-e-qui-da-noi--le-griffe-sfruttano-il-lavoro-come-a-Prato.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Vietnam addio, le scarpe Date tornano in Italia ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A192C63S40/Vietnam-addio--le-scarpe-Date-tornano-in-Italia.htm Mon, 19 Jan 2015 13:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A192C63S40/Vietnam-addio--le-scarpe-Date-tornano-in-Italia.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Industria - Modello Carpi per dare un calcio alla crisi ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A191C63S40/Industria---Modello-Carpi-per-dare-un-calcio-alla-crisi.htm Mon, 19 Jan 2015 13:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A191C63S40/Industria---Modello-Carpi-per-dare-un-calcio-alla-crisi.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ L'export ci salva dalla crisi e puntiamo sul dollaro forte. ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A190C63S40/L-export-ci-salva-dalla-crisi-e-puntiamo-sul-dollaro-forte-.htm Mon, 19 Jan 2015 13:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A190C63S40/L-export-ci-salva-dalla-crisi-e-puntiamo-sul-dollaro-forte-.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Filiera pelle: intesa Regione-imprese-sindacati per legalità e tracciabilità ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A189C63S40/Filiera-pelle--intesa-Regione-imprese-sindacati-per-legalita-e-tracciabilita.htm Tue, 23 Dec 2014 15:12:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A189C63S40/Filiera-pelle--intesa-Regione-imprese-sindacati-per-legalita-e-tracciabilita.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Gucci e il made in Italy: noi combattiamo le truffe ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A188C63S40/Gucci-e-il-made-in-Italy--noi-combattiamo-le-truffe.htm Tue, 23 Dec 2014 15:12:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A188C63S40/Gucci-e-il-made-in-Italy--noi-combattiamo-le-truffe.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Made in: quella frattura tra industria e governo sull'etichetta d'origine ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A187C63S40/Made-in--quella-frattura-tra-industria-e-governo-sull-etichetta-d-origine.htm Tue, 09 Dec 2014 12:12:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A187C63S40/Made-in--quella-frattura-tra-industria-e-governo-sull-etichetta-d-origine.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Imprese sostenibili le più competitive ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A186C63S40/Imprese-sostenibili-le-piu-competitive.htm Fri, 05 Dec 2014 10:12:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A186C63S40/Imprese-sostenibili-le-piu-competitive.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Un altro rinvio per il «Made In» ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A185C63S40/Un-altro-rinvio-per-il-Made-In.htm Fri, 05 Dec 2014 10:12:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A185C63S40/Un-altro-rinvio-per-il-Made-In.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Una rotta sostenibile per il Made in Italy ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A184C63S40/Una-rotta-sostenibile-per-il-Made-in-Italy.htm Wed, 12 Nov 2014 09:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A184C63S40/Una-rotta-sostenibile-per-il-Made-in-Italy.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Edilizia a galla con le riqualificazioni ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A183C63S40/Edilizia-a-galla-con-le-riqualificazioni.htm Wed, 12 Nov 2014 09:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A183C63S40/Edilizia-a-galla-con-le-riqualificazioni.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ L'attenzione verso il bio è in netta crescita ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A182C63S40/L-attenzione-verso-il-bio-e-in-netta-crescita.htm Wed, 12 Nov 2014 09:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A182C63S40/L-attenzione-verso-il-bio-e-in-netta-crescita.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Fashion & Food alfieri del Made in Italy di lusso ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A181C63S40/Fashion---Food-alfieri-del-Made-in-Italy-di-lusso.htm Wed, 12 Nov 2014 09:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A181C63S40/Fashion---Food-alfieri-del-Made-in-Italy-di-lusso.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ "Made in entro la fine dell'anno" ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A180C63S40/-Made-in-entro-la-fine-dell-anno-.htm Thu, 06 Nov 2014 15:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A180C63S40/-Made-in-entro-la-fine-dell-anno-.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Il distretto di Prato riparte dalle nicchie ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A179C63S40/Il-distretto-di-Prato-riparte-dalle-nicchie.htm Wed, 29 Oct 2014 10:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A179C63S40/Il-distretto-di-Prato-riparte-dalle-nicchie.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Delocalizzare non conviene: torna a casa un'azienda su 5 ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A178C63S40/Delocalizzare-non-conviene--torna-a-casa-un-azienda-su-5.htm Fri, 17 Oct 2014 10:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A178C63S40/Delocalizzare-non-conviene--torna-a-casa-un-azienda-su-5.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Edilizia in cerca di un futuro green ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A177C63S40/Edilizia-in-cerca-di-un-futuro-green.htm Tue, 07 Oct 2014 10:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A177C63S40/Edilizia-in-cerca-di-un-futuro-green.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Il tessile cala l'asso certificazione ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A176C63S40/Il-tessile-cala-l-asso-certificazione.htm Mon, 06 Oct 2014 11:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A176C63S40/Il-tessile-cala-l-asso-certificazione.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Etichettatura dei prodotti tessili: on line due guide per imprese e consumatori ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A175C63S40/Etichettatura-dei-prodotti-tessili--on-line-due-guide-per-imprese-e-consumatori.htm Wed, 24 Sep 2014 09:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A175C63S40/Etichettatura-dei-prodotti-tessili--on-line-due-guide-per-imprese-e-consumatori.htm  

Sono on line due nuove pubblicazioni realizzate da Unioncamere, con la supervisione tecnica di Unionfiliere, sull'etichettatura dei prodotti tessili.

Vai al link

]]>
 

Sono on line due nuove pubblicazioni realizzate da Unioncamere, con la supervisione tecnica di Unionfiliere, sull'etichettatura dei prodotti tessili.

Vai al link

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ "Made in" uguale per tutti o a pagare saranno le PMI ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A174C63S40/-Made-in--uguale-per-tutti-o-a-pagare-saranno-le-PMI.htm Fri, 19 Sep 2014 09:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A174C63S40/-Made-in--uguale-per-tutti-o-a-pagare-saranno-le-PMI.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ "Etichetta" bloccata sino alla fine del semestre UE ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A173C63S40/-Etichetta--bloccata-sino-alla-fine-del-semestre-UE.htm Fri, 19 Sep 2014 09:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A173C63S40/-Etichetta--bloccata-sino-alla-fine-del-semestre-UE.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ "Il made in Italy è il futuro del nostro manifatturiero" - intervista al Presidente Unionfiliere ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A172C63S40/-Il-made-in-Italy-e-il-futuro-del-nostro-manifatturiero----intervista-al-Presidente-Unionfiliere.htm Thu, 18 Sep 2014 12:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A172C63S40/-Il-made-in-Italy-e-il-futuro-del-nostro-manifatturiero----intervista-al-Presidente-Unionfiliere.htm  

Leggi l'intervista

]]>
 

Leggi l'intervista

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ La filiera moda è un modello di manifattura per l'Europa ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A171C63S40/La-filiera-moda-e-un-modello-di-manifattura-per-l-Europa.htm Mon, 08 Sep 2014 11:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A171C63S40/La-filiera-moda-e-un-modello-di-manifattura-per-l-Europa.htm
Leggi l'articolo

]]>

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ La pelletteria non arresta la corsa delle esportazioni ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A170C63S40/La-pelletteria-non-arresta-la-corsa-delle-esportazioni.htm Tue, 02 Sep 2014 11:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A170C63S40/La-pelletteria-non-arresta-la-corsa-delle-esportazioni.htm
Leggi l'articolo

]]>

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Calzature, timori dal calo dell'export verso la Russia ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A169C63S40/Calzature--timori-dal-calo-dell-export-verso-la-Russia.htm Tue, 02 Sep 2014 11:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A169C63S40/Calzature--timori-dal-calo-dell-export-verso-la-Russia.htm
Leggi l'articolo

]]>

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ "La nomina di lady Pesc non sia merce di scambio con le etichette made in" ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A168C63S40/-La-nomina-di-lady-Pesc-non-sia-merce-di-scambio-con-le-etichette-made-in-.htm Tue, 02 Sep 2014 11:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A168C63S40/-La-nomina-di-lady-Pesc-non-sia-merce-di-scambio-con-le-etichette-made-in-.htm
Leggi l'articolo

]]>

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Le aziende cinesi sotto la lente. Obiettivo sicurezza: 74 ispettori nelle ditte tessili, di pelletteria e dei mobili. ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A167C63S40/Le-aziende-cinesi-sotto-la-lente--Obiettivo-sicurezza--74-ispettori-nelle-ditte-tessili--di-pelletteria-e-dei-mobili-.htm Tue, 02 Sep 2014 11:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A167C63S40/Le-aziende-cinesi-sotto-la-lente--Obiettivo-sicurezza--74-ispettori-nelle-ditte-tessili--di-pelletteria-e-dei-mobili-.htm Leggi l'articolo

]]>
Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Russia: obbligati a individuare sbocchi alternativi ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A166C63S40/Russia--obbligati-a-individuare-sbocchi-alternativi.htm Fri, 29 Aug 2014 09:08:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A166C63S40/Russia--obbligati-a-individuare-sbocchi-alternativi.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ "Made in", una chance da non perdere ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A165C63S40/-Made-in---una-chance-da-non-perdere.htm Tue, 05 Aug 2014 10:08:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A165C63S40/-Made-in---una-chance-da-non-perdere.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Internazionalizzazione - Parla il Presidente di Sistema Moda Italia: più servizi all'estero. ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A159C63S40/Internazionalizzazione---Parla-il-Presidente-di-Sistema-Moda-Italia--piu-servizi-all-estero-.htm Tue, 22 Jul 2014 12:07:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A159C63S40/Internazionalizzazione---Parla-il-Presidente-di-Sistema-Moda-Italia--piu-servizi-all-estero-.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ La crisi calzaturiera allarma il Fermano ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A158C63S40/La-crisi-calzaturiera-allarma-il-Fermano.htm Tue, 22 Jul 2014 12:07:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A158C63S40/La-crisi-calzaturiera-allarma-il-Fermano.htm  

Leggi l'articolo

]]>
 

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Reda conquista la certificazione TF- Traceability & Fashion ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A157C63S40/Reda-conquista-la-certificazione-TF--Traceability---Fashion.htm Tue, 10 Jun 2014 14:06:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A157C63S40/Reda-conquista-la-certificazione-TF--Traceability---Fashion.htm  

Reda, azienda biellese che produce tessuti pregiati in lana per il classico maschile, è lieta di annunciare di aver ottenuto un importante riconoscimento come la certificazione TF – Traceability & Fashion, sistema volontario di tracciabilità promosso da Unioncamere e dalle Camere di Commercio italiane gestito da Unionfiliere, per riqualificare e valorizzare i prodotti prota ]]>  

Reda, azienda biellese che produce tessuti pregiati in lana per il classico maschile, è lieta di annunciare di aver ottenuto un importante riconoscimento come la certificazione TF – Traceability & Fashion, sistema volontario di tracciabilità promosso da Unioncamere e dalle Camere di Commercio italiane gestito da Unionfiliere, per riqualificare e valorizzare i prodotti protagonisti del Made in Italy. 

Obiettivo del progetto è la creazione di uno schema certificativo in grado di garantire al consumatore la massima trasparenza rispetto ai luoghi di lavorazione del processo produttivo ed alle principali caratteristiche del prodotto in tema di salubrità, sostenibilità ambientale e responsabilità sociale d’impresa.

“Abbiamo deciso di presentare la domanda per ottenere questo riconoscimento e di sottoporci ad una valutazione scrupolosa da parte di strutture ispettive del Sistema Camerale al fine di raggiungere l’obiettivo di consentire anche al consumatore finale di conoscere esattamente la provenienza del prodotto che indossa” – afferma Ercole Botto Poala, AD Reda – “E’ la nostra risposta ad un mercato dal quale giungono sempre più segnali di una crescente domanda di chiarezza e trasparenza, nonché di una maggiore attenzione per la salvaguardia della propria salute e del proprio benessere"

Poter tracciare l’identità del prodotto, fino a risalire alla sua origine, vuol dire generare un circolo virtuoso in cui i consumatori e i produttori diventano protagonisti di un sistema critico consapevole. I clienti Reda hanno così la garanzia che tutti i loro tessuti siano prodotti in Italia, nello stabilimento di Valle Mosso, seguendo minuziosamente tutte le fasi di lavorazione, dal vello al tessuto finito.

“Siamo inoltre convinti – conclude Botto Poala - che il Made in Italy rappresenti un immenso patrimonio di creatività e artigianalità per il nostro Paese e come tale deve essere protetto e valorizzato. Solo in questo modo il marchio Made in Italy potrà ancora essere un reale vantaggio competitivo per le aziende che scelgono di continuare a gestire tutta la filiera produttiva in Italia”.

La richiesta di certificazione TF – Traceability & Fashion è in linea con un’altra iniziativa di REDA all’insegna della tutela del patrimonio artigianale, territoriale e ambientale: REDA è infatti l’unico lanificio in Europa ad aver scelto di certificarsiEMAS: sistema di ecogestione che comporta, non solo il pieno rispetto dei limiti imposti dalla legge per la tutela dell’ambiente ma, soprattutto una maggiore attenzione nelle fasi di produzione al fine di ridurre al minimo l’impatto ambientale.

(Da Modaonline.it - 9 giugno 2014)

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ TFashion, un marchio per le filiere oro e moda ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A156C63S40/TFashion--un-marchio-per-le-filiere-oro-e-moda.htm Wed, 28 May 2014 12:05:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A156C63S40/TFashion--un-marchio-per-le-filiere-oro-e-moda.htm Il percorso di presentazione della Tracciabilità TFashion ha fatto tappa a Milano.
Ieri, la Camera di Commercio di Milano ha ospitato la presentazione del Sistema di Tracciabilità Volontaria alle aziende del territorio.
 

Guarda il video

]]>
Il percorso di presentazione della Tracciabilità TFashion ha fatto tappa a Milano.
Ieri, la Camera di Commercio di Milano ha ospitato la presentazione del Sistema di Tracciabilità Volontaria alle aziende del territorio.
 

Guarda il video

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Variazione sede seminario "Il marchio TFashion nel mercato globale" - Milano, 27 maggio ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A155C63S40/Variazione-sede-seminario--Il-marchio-TFashion-nel-mercato-globale----Milano--27-maggio-.htm Mon, 19 May 2014 16:05:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A155C63S40/Variazione-sede-seminario--Il-marchio-TFashion-nel-mercato-globale----Milano--27-maggio-.htm

Si informa che il seminario "Il marchio TFashion nel mercato globale" del 27 maggio p.v., si terrà presso Palazzo Giureconsulti, P.za Mercanti, 2- Suite Affari 2 - Milano.

Scarica il programma definitivo

 

 

Si informa che il seminario "Il marchio TFashion nel mercato globale" del 27 maggio p.v., si terrà presso Palazzo Giureconsulti, P.za Mercanti, 2- Suite Affari 2 - Milano.

Scarica il programma definitivo

 

 

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Il marchio TFashion nel mercato globale: Martedì 27 Maggio 2014 a Milano. ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A154C63S40/Il-marchio-TFashion-nel-mercato-globale--Martedi-27-Maggio-2014-a-Milano-.htm Thu, 15 May 2014 15:05:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A154C63S40/Il-marchio-TFashion-nel-mercato-globale--Martedi-27-Maggio-2014-a-Milano-.htm Se ne parlerà Martedì 27 Maggio prossimo a partire dalle ore 10.00 presso la Camera di Commercio di Milano.

Un’occasione di incontro con le aziende del territorio milanese per continuare l’attività di divulgazione e informazione sul sistema di tracciabilità TF-Traceability & Fashion.

 

Il seminario è gratuito e aperto a tutti gli interessati, fino ad es ]]> Se ne parlerà Martedì 27 Maggio prossimo a partire dalle ore 10.00 presso la Camera di Commercio di Milano.

Un’occasione di incontro con le aziende del territorio milanese per continuare l’attività di divulgazione e informazione sul sistema di tracciabilità TF-Traceability & Fashion.

 

Il seminario è gratuito e aperto a tutti gli interessati, fino ad esaurimento posti.

Scarica il programma e iscriviti on line http://servizionline.mi.camcom.it.

 

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Accordo tra Fiera di Vicenza, Unioncamere e Unionfiliere sulla tracciabilità ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A153C63S40/Accordo-tra-Fiera-di-Vicenza--Unioncamere-e-Unionfiliere-sulla-tracciabilita-.htm Mon, 12 May 2014 11:05:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A153C63S40/Accordo-tra-Fiera-di-Vicenza--Unioncamere-e-Unionfiliere-sulla-tracciabilita-.htm Fiera di Vicenza - Un accordo per promuovere la tracciabilità dei prodotti della filiera oro e valorizzare il made in Italy. Il protocollo d’intesa è stato firmato venerdì 9 maggio dal Presidente di Fiera di Vicenza Matteo Marzotto, il Presidente di Unioncamere nazionale Ferruccio Dardanello, il Presidente di Unionfiliere nazionale Luca Giusti e il Presidente del Comitato F ]]> Fiera di Vicenza - Un accordo per promuovere la tracciabilità dei prodotti della filiera oro e valorizzare il made in Italy. Il protocollo d’intesa è stato firmato venerdì 9 maggio dal Presidente di Fiera di Vicenza Matteo Marzotto, il Presidente di Unioncamere nazionale Ferruccio Dardanello, il Presidente di Unionfiliere nazionale Luca Giusti e il Presidente del Comitato Filiera Oro Paolo Mariani. La firma è avvenuta nell’ambito dell’Evento ORIGIN PASSION AND BELIEFS, organizzato da Fiera di Vicenza dall’8 al 11 maggio.

L’accordo prevede la promozione da parte di Fiera di Vicenza del sistema di certificazione volontario TF - Traceability & Fashion – promosso da Unioncamere e dalle Camere di Commercio italiane e gestito da Unionfiliere – presso tutti gli espositori durante le proprie Manifestazioni Jewellery. L’iniziativa mira a valorizzare le aziende espositrici e permettere agli operatori di comprendere il valore della tracciabilità quale simbolo di qualità dei prodotti. Fiera di Vicenza, Unioncamere e Unionfiliere hanno pertanto definito un calendario promozionale congiunto, inaugurato in occasione di ORIGIN PASSION AND BELIEFS anche con l’allestimento dello stand TFashion, che proseguirà in occasione di VICENZAORO Fall 2014 a settembre attraverso diverse iniziative, tra cui un talk formativo per le aziende sulle opportunità fornite dal sistema TF.

(Da VicenzaPiù del 9 maggio 2014)

 

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ La metamorfosi del gioiello ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A152C63S40/La-metamorfosi-del-gioiello.htm Tue, 06 May 2014 12:05:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A152C63S40/La-metamorfosi-del-gioiello.htm Leggi l'articolo

]]>
Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Il Presidente di Unionfiliere, Luca Giusti, interviene alla presentazione dell'Osservatorio Nazionale Distretti Italiani ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A151C63S40/Il-Presidente-di-Unionfiliere--Luca-Giusti--interviene-alla-presentazione-dell-Osservatorio-Nazionale-Distretti-Italiani.htm Thu, 10 Apr 2014 16:04:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A151C63S40/Il-Presidente-di-Unionfiliere--Luca-Giusti--interviene-alla-presentazione-dell-Osservatorio-Nazionale-Distretti-Italiani.htm Conta 278mila imprese, 1,4 milioni di addetti, crea 75 miliardi di Pil, ha un saldo attivo import-export di 77 miliardi di
euro. E chiede meno tasse, più infrastrutture e un credito più friendly. E' l'Italia "che va", quella delle piccole e medie
imprese operanti nei 100 distretti monitorati dall'Osservatorio nazionale Distretti Italiani, nei quali operano quasi 1,4
milioni di adde ]]>
Conta 278mila imprese, 1,4 milioni di addetti, crea 75 miliardi di Pil, ha un saldo attivo import-export di 77 miliardi di
euro. E chiede meno tasse, più infrastrutture e un credito più friendly. E' l'Italia "che va", quella delle piccole e medie
imprese operanti nei 100 distretti monitorati dall'Osservatorio nazionale Distretti Italiani, nei quali operano quasi 1,4
milioni di addetti e alle quali si devono circa 75 miliardi di euro di valore aggiunto prodotto. Considerando il complesso
delle aree distrettuali, queste imprese concentrano oltre il 50% dell'occupazione manifatturiera italiana. Intervenendo ai lavori, il Presidente Giusti ha sottolineato la necessità di supportare concretamente un percorso di cambiamento culturale del modo di essere e di fare impresa oggi. Solo favorendo sinergie e alleanze tra sistemi imprenditoriali, sociali ed istituzionali si potrà consentire al nostro Paese di rimanere protagonista dell'economia mondiale.

 

 


Per maggiori informazioni visita il sito http://www.osservatoriodistretti.org

Leggi il Comunicato Stampa

 

 

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ TFashion alla Hong Kong Jewellery and Gem Fair 2014 ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A150C63S40/TFashion-alla-Hong-Kong-Jewellery-and-Gem-Fair-2014.htm Tue, 18 Mar 2014 15:03:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A150C63S40/TFashion-alla-Hong-Kong-Jewellery-and-Gem-Fair-2014.htm In occasione della Hong Kong Jewellery and Gem Fair, una delle più importanti manifestazioni rivolte al settore della gioielleria in Asia, la Camera di Commercio Italiana ad Hong Kong e Macao ha organizzato un seminario a supporto del progetto "Traceability and Fashion" con l’obiettivo di informare le aziende italiane presenti in merito al progetto di certificazione volontaria, illustrandone i benefici e la validit&ag ]]> In occasione della Hong Kong Jewellery and Gem Fair, una delle più importanti manifestazioni rivolte al settore della gioielleria in Asia, la Camera di Commercio Italiana ad Hong Kong e Macao ha organizzato un seminario a supporto del progetto "Traceability and Fashion" con l’obiettivo di informare le aziende italiane presenti in merito al progetto di certificazione volontaria, illustrandone i benefici e la validità in un mercato come quello asiatico, che si sta dimostrando sempre più attento e interessato a tutto ciò che è Made in Italy, tanto più se certificato.

L’incontro, non meramente divulgativo, si è dimostrato inoltre occasione di networking fra le aziende presenti: uno scambio e condivisione di esperienze la cui importanza è stata amplificata dalla presenza all’evento non solo di aziende provenienti dall’Italia, ma anche di aziende con sede ad Hong Kong gestite da management italiano.

Il Progetto "Traceability and Fashion" sta esprimendo tutte le sue potenzialità proprio in questi contesti internazionali, che costituiscono un immediato riscontro in merito alla necessità di procedere speditamente verso la valorizzazione e la certificazione delle nostre filiere produttive. Un percorso questo che passa inevitabilmente da un sempre maggior coinvolgimento e partecipazione delle aziende, in ogni fase del progetto.

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Arezzo Fiere e Congressi, Andrea Boldi è il nuovo presidente ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A149C63S40/Arezzo-Fiere-e-Congressi--Andrea-Boldi-e-il-nuovo-presidente.htm Mon, 10 Mar 2014 15:03:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A149C63S40/Arezzo-Fiere-e-Congressi--Andrea-Boldi-e-il-nuovo-presidente.htm Già al vertice degli orafi di Confartigianato, guiderà il polo fieristico che organizza OroArezzo, al via tra un mese.

Manca un mese all’inaugurazione della 35esima edizione OroArezzo (dal 5 all’8 aprile), la rassegna orafa organizzata da Arezzo Fiere e Congressi che da quest’anno ha un nuovo presidente. E’ Andrea Boldi, presidente degli Orafi di Confartigianato Arezz ]]> Già al vertice degli orafi di Confartigianato, guiderà il polo fieristico che organizza OroArezzo, al via tra un mese.

Manca un mese all’inaugurazione della 35esima edizione OroArezzo (dal 5 all’8 aprile), la rassegna orafa organizzata da Arezzo Fiere e Congressi che da quest’anno ha un nuovo presidente. E’ Andrea Boldi, presidente degli Orafi di Confartigianato Arezzo. Con lui in squadra nel Consiglio di Amministrazione ci sono Michele Colangelo, vice presidente, Zelinda Ceccarelli e Mauro Pallini, Alessia Gualdani, Elio Vitali e Giulio Arrigucci.

Il polo fieristico e congressuale, tra i più importanti del Centro Italia, ha all’attivo un calendario di 20 manifestazioni, di cui 12 organizzate direttamente. Punto di riferimento del distretto orafo aretino, che conta 1.200 aziende e 11mila addetti, ad Arezzo Fiere e Congressi fanno capo, oltre ad OroArezzo, anche Bi-jewel, Salone del bijoux e del gioiello fashion, Cash&Carry, rivolto esclusivamente ai grossisti, e Gold In Italy, l’evento che ha debuttato pochi mesi fa, dedicato esclusivamente al Made in Italy orafo.

“Sto affrontando il nuovo incarico con entusiasmo e senso di responsabilità – afferma Boldi – nella consapevolezza che la fiera di Arezzo deve assumere un ruolo sempre più incisivo nel supportare lo sviluppo del tessuto produttivo del territorio, a livello nazionale e internazionale. Mi riferisco in particolare al distretto orafo, di cui è riconosciuta la leadership nel panorama produttivo italiano. Ci sono grandi potenzialità nel settore congressuale grazie all’avvio dell’operatività del nuovo Centro Congressi, una struttura bellissima, all’avanguardia per tecnologie e servizi che può diventare un punto di aggregazione per eventi e meeting di grande rilevanza, portando benefici per l’indotto e valorizzando la storia, l’arte, la natura e le tradizioni della nostra terra”.

(da Preziosa Magazine - 6 marzo 2014)

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ TFashion partecipa a Filo - 41° Edizione - Milano Centro Congressi - Le Stelline ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A148C63S40/TFashion-partecipa-a-Filo---41--Edizione---Milano-Centro-Congressi---Le-Stelline.htm Tue, 04 Mar 2014 00:03:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A148C63S40/TFashion-partecipa-a-Filo---41--Edizione---Milano-Centro-Congressi---Le-Stelline.htm Il 5 e 6 Marzo TFashion sarà presente a Filo – Fiera Internazionale del Filato – per offrire un ulteriore contributo al rafforzamento della filiera tessile italiana, rappresentata da aziende di eccellenza, per innovazione e qualità.

Il Sistema di Tracciabilità volontaria TFashion è per le aziende del settore un valore aggiunto, spendibile soprattutto sui mercati che chiedono sempre ulterior ]]> Il 5 e 6 Marzo TFashion sarà presente a Filo – Fiera Internazionale del Filato – per offrire un ulteriore contributo al rafforzamento della filiera tessile italiana, rappresentata da aziende di eccellenza, per innovazione e qualità.

Il Sistema di Tracciabilità volontaria TFashion è per le aziende del settore un valore aggiunto, spendibile soprattutto sui mercati che chiedono sempre ulteriori garanzie in merito alla autenticità e sicurezza dei prodotti.

La partecipazione a Filo è un’importante occasione per TFashion non solo di vicinanza alle aziende del settore, ma soprattutto di divulgazione e diffusione del Sistema di Tracciabilità, in un’ottica di sempre maggior coinvolgimento e sensibilizzazione degli imprenditori della filiera moda.

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ La tracciabilità TFashion a Mosca ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A147C63S40/La-tracciabilita-TFashion-a-Mosca.htm Wed, 26 Feb 2014 12:02:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A147C63S40/La-tracciabilita-TFashion-a-Mosca.htm Appuntamento a Mosca!
Continua la presentazione della Tracciabilità TFashion in occasione delle principali manifestazioni fieristiche del settore moda a livello internazionale.
Il prossimo appuntamento è per Venerdì 28 febbraio all’Expocentre del Centro Fieristico di Mosca dove sono presenti numerose aziende italiane.

Scaric ]]> Appuntamento a Mosca!
Continua la presentazione della Tracciabilità TFashion in occasione delle principali manifestazioni fieristiche del settore moda a livello internazionale.
Il prossimo appuntamento è per Venerdì 28 febbraio all’Expocentre del Centro Fieristico di Mosca dove sono presenti numerose aziende italiane.

Scarica l'invito

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Due nuovi Presidenti per i Comitati Oro e Moda di Unionfiliere ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A146C63S40/Due-nuovi-Presidenti-per-i-Comitati-Oro-e-Moda-di-Unionfiliere.htm Tue, 04 Feb 2014 16:02:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A146C63S40/Due-nuovi-Presidenti-per-i-Comitati-Oro-e-Moda-di-Unionfiliere.htm Lo scorso 31 gennaio si sono svolte a Roma le riunioni dei Comitati Moda e Oro, chiamati ad eleggere i loro nuovi Presidenti.

Per la filiera oro è stato eletto Paolo Mariani, Presidente della Camera di Commercio di Vicenza mentre per la filiera moda è stato eletto Renato Scapolan, Presidente della Camera di Commercio di Varese.

Lo scorso 31 gennaio si sono svolte a Roma le riunioni dei Comitati Moda e Oro, chiamati ad eleggere i loro nuovi Presidenti.

Per la filiera oro è stato eletto Paolo Mariani, Presidente della Camera di Commercio di Vicenza mentre per la filiera moda è stato eletto Renato Scapolan, Presidente della Camera di Commercio di Varese.

Il Presidente di Unionfiliere, Luca Giusti, si è dichiarato molto soddisfatto di tali nomine che, ha affermato, testimoniano l’attenzione dell’intero sistema camerale per il progetto che si sta portando avanti a favore delle eccellenze del made in Italy.

 

 

Nuova composizione del Comitato Esecutivo di Unionfiliere

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Intervista al nuovo Presidente di Unionfiliere, Luca Giusti ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A144C63S40/Intervista-al-nuovo-Presidente-di-Unionfiliere--Luca-Giusti.htm Mon, 27 Jan 2014 10:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A144C63S40/Intervista-al-nuovo-Presidente-di-Unionfiliere--Luca-Giusti.htm E’ Luca Giusti, 57 anni, presidente della Camera di Commercio di Prato, il nuovo presidente di Unionfiliere, l’Associazione delle Camere di Commercio per la valorizzazione delle filiere e dei distretti del made in Italy.
Eletto lo scorso 29 ottobre, il nuovo presidente ha espresso la volontà di proseguire sulla strada intrapresa dal suo predecessore Giovanni Tricca, certo di poter contare sul sostegno di tutte le ]]>
E’ Luca Giusti, 57 anni, presidente della Camera di Commercio di Prato, il nuovo presidente di Unionfiliere, l’Associazione delle Camere di Commercio per la valorizzazione delle filiere e dei distretti del made in Italy.
Eletto lo scorso 29 ottobre, il nuovo presidente ha espresso la volontà di proseguire sulla strada intrapresa dal suo predecessore Giovanni Tricca, certo di poter contare sul sostegno di tutte le Camere associate.
Gli abbiamo rivolto alcune domande sullo stato attuale dell’associazione, e sui progetti futuri.
Presidente Giusti, lei arriva ai vertici di Unionfiliere a due anni dalla sua costituzione. Può tracciare un bilancio dell’attività dell’associazione, in particolar modo dei risultati dell’ultimo anno?
Il 2013 è stato un anno di crescita per Unionfiliere.
Oltre ai Comitati dell’oro e della moda, sono stati costituiti quelli dell’edilizia e dell’abitare sostenibile, della nautica, della meccanica e dell’agroindustria.
Si è inoltre rafforzata la collaborazione con i distretti ed ampliato il numero delle imprese coinvolte nei progetti.
Gli obiettivi strategici alla base della costituzione di Unionfiliere sono stati confermati: promuovere, in tema di politiche di sviluppo delle piccole e medie imprese, un approccio progettuale teso a sviluppare una cultura di filiera, con iniziative che prevedano il coinvolgimento di tutti i diversi attori lungo l’intera catena del valore.
D’altra parte, la sfida della competitività richiede investimenti così consistenti che solo imprese strutturate possono sostenere; in questo contesto, o l’impresa cresce in dimensione o impara a collaborare, strutturalmente, con gli altri attori della filiera.
Per questo motivo le Camere di Commercio, con Unionfiliere, hanno scelto di favorire progetti di filiera che, per loro natura, presuppongono alleanze e collaborazioni tra sistemi: istituzionali, camerali, associativi, sindacali.
Così operando, Unionfiliere è diventata un luogo dove si lavora progettando il futuro, condividendo modelli di sviluppo che possano essere di supporto a imprese che devono trasformarsi e reinventarsi per poter operare in un mercato sempre più complesso e globalizzato.
“Serve un’idea di futuro, una missione condivisa che mobiliti energie e talenti per cogliere sfide e opportunità della nuova economia globale” ha detto recentemente il presidente di Fondazione Symbola, Ermete Realacci, durante la presentazione del Rapporto GreenItaly 2013. Questa è in un certo senso anche la mission di Unionfiliere? In che termini?
Assolutamente sì. In Unionfiliere non solo si condivide totalmente tale idea, ma si lavora concretamente, giorno per giorno, per tradurre quella sfida in azioni concrete utili alle imprese nel loro agire quotidiano. In particolare Unionfiliere è impegnata nello sviluppo di iniziative indirizzate a quelle filiere per le quali è già stato costituito il relativo Comitato: oro, moda, edilizia e abitare sostenibile, nautica, meccanica, agroindustria. Iniziative che vengono poi tradotte in strumenti condivisi e trasferiti, attraverso la rete delle Camere di Commercio, alle imprese. L’adozione di strumenti omogenei, e quindi di sistema, non mortifica le specificità territoriali; anzi, nella pur necessaria unitarietà di azione, vengono messe in risalto quelle peculiarità che costituiscono un innegabile fattore di successo dei prodotti made in Italy.
Un tema strategico, sempre più attuale, è legato al concetto di sviluppo sostenibile, inteso sia in termini ambientali, che economici e sociali. Qual è la posizione di Unionfiliere su questo argomento?
Filiere e sviluppo sostenibile rappresentano un binomio ineludibile per l’impresa del futuro, per quell’impresa cioè che ha accettato la sfida del cambiamento e modificato il proprio approccio passando dalla cultura del fare alla cultura di impresa.
I nuovi modelli di sviluppo, ed i relativi progetti in continua sperimentazione, sono, quindi, elaborati da Unionfliere per quelle imprese che tutti i Comitati di filiera hanno deciso di identificare con l’acronimo TF cioè imprese attente ai valori dell’appartenenza (Territorio e Filiera), dell’identità (Tradizione e Futuro), delle relazioni (Trasparenza e Fiducia).
Riqualificazione delle filiere e loro promozione nei mercati interno e internazionali: così può essere sintetizzata la strategia di Unionfiliere per la valorizzazione del made in Italy.
Quali saranno le strategie per il 2014 di Unionfiliere? Avete già fissato degli obiettivi?
A due anni dalla costituzione dell’associazione, può considerarsi conclusa una prima fase di “start up”. Parte ora una seconda fase all’insegna del consolidamento e dello sviluppo delle attività di Unionfiliere, che dovrà diventare un riferimento sempre più attivo e presente in ambito nazionale.
Oltre a svolgere la propria quotidiana attività a favore delle filiere rappresentate e ad implementare i progetti in fase di realizzazione, Unionfiliere, nel corso del 2014, si propone di consolidare ulteriormente i rapporti con il sistema delle Camere di Commercio, e di allargare la propria base associativa, allo scopo di facilitare ulteriormente l’avvio di nuove collaborazioni con altri soggetti, pubblici e privati.

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Intervista a Valter Taranzano, Presidente della Federazione dei Distretti Italiani ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A143C43S40/Intervista-a-Valter-Taranzano--Presidente-della-Federazione-dei-Distretti-Italiani.htm Mon, 27 Jan 2014 10:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A143C43S40/Intervista-a-Valter-Taranzano--Presidente-della-Federazione-dei-Distretti-Italiani.htm Presidente come considera il rapporto di collaborazione in corso tra la Federazione dei distretti di cui è a capo ed Unionfiliere?
Quasi un anno e mezzo fa abbiamo firmato un accordo con Unionfiliere che ha avviato un percorso che porterà la Federazione a confluire in Unionfiliere. Era il 18 giugno 2012 e da allora abbiamo lavorato molto per rafforzare il rapporto tra i distretti ed il sistema camerale ]]>
Presidente come considera il rapporto di collaborazione in corso tra la Federazione dei distretti di cui è a capo ed Unionfiliere?
Quasi un anno e mezzo fa abbiamo firmato un accordo con Unionfiliere che ha avviato un percorso che porterà la Federazione a confluire in Unionfiliere. Era il 18 giugno 2012 e da allora abbiamo lavorato molto per rafforzare il rapporto tra i distretti ed il sistema camerale, favorendo una loro diretta adesione a Unionfiliere anche per diffondere sempre di più quei modelli di qualificazione che potranno consentire alle micro e piccole aziende di competere in un mercato sempre più complesso e globalizzato.
La partnership è stata fortemente voluta da entrambe le parti e mi auguro che si traduca in una caratteristica vincente del sistema complessivo. Il movente principale della scelta è stato quello di testimoniare come i confini territoriali e settoriali non devono più essere un limite ai progetti condivisi e che ancora una volta “l’unione fa la forza”.
Sembra di capire dalle sue parole che l’aggregazione sia ormai una necessità e non solo una scelta per le imprese italiane...
Anche se “aggregare” è diventato uno slogan, sono convinto che condividere risorse, progettualità e strategie sia l’unico modo per garantire uno scenario futuro al manifatturiero italiano.
Come Federazione stiamo già lavorando per promuovere progetti per i distretti in sintonia con quelli del sistema camerale sulle filiere, perché crediamo che sia importante valorizzare le interdipendenze tra imprese, poi saranno queste ultime a dire se abbiamo messo a disposizione strumenti idonei e soprattutto comprensibili partecipando ai percorsi che proponiamo loro, questa è la vera sfida.
La strada delle filiere ci aiuta a superare temi quali i confini territoriali e settoriali che hanno caratterizzato le storia dei distretti e la loro definizione e sviluppare dei progetti più aderenti ad un’economia globale. Ecco perché è prioritario investire su un sistema di intensificazione delle reti, informali o formali, per cercare di arricchire di conoscenze e valori nuovi quelle funzioni proprie del territorio da cui scaturiscono i tradizionali vantaggi competitivi del modello distrettuale.
Federazione Distretti ha deciso di fondersi in Unionfiliere per testimoniare nei fatti che è prioritario investire sul rafforzamento di tali reti informali e sviluppare nuovi modelli che rafforzino la competitività e l’interconnessione delle imprese e dei territori.
Quali sono le strategie e le azioni che i distretti e le filiere possono mettere in atto per accrescere il potenziale di rete?
Molto si è dibattuto negli anni sul modello distrettuale, con giudizi a volte sommari, che però ne hanno sempre riconosciuto il valore di rappresentare uno spaccato importante della nostra manifattura e del made in Italy.
Credo che per identificare le criticità del sistema e trasformarle in opportunità grazie a politiche e strumenti adatti siano necessarie strategie di governance strutturate e condivise che possano agire da moltiplicatore degli interessi generali.
Ma le strategie per essere efficaci devono poggiare su dati oggettivi come le best practices esistenti nei diversi territori, così da avere un quadro preciso e dettagliato dell’esistente per poi elaborare strumenti di supporto alle imprese corrispondenti alle loro attese.
Da quasi 5 anni, quindi, abbiamo investito, con Unioncamere sempre al nostro fianco, sull’Osservatorio Nazionale dei Distretti Italiani che è un’attività che portiamo in dote ad Unionfiliere con l’auspicio che venga data continuità al modello e che lo stesso venga implementato con un focus sempre più rilevante della parte qualitativa.
Nel 2013 è stata pubblicata la quarta edizione del rapporto dell’Osservatorio (per la prima volta estesa anche alle principali filiere del made in Italy) che trova un suo naturale sviluppo nel portale www.osservatoriodistretti.org, un sito che presenta oltre 100 schede contenenti dati di sintesi, anagrafica e dati qualitativi (costantemente monitorati ed aggiornati), unitamente ai contributi ed alla documentazione forniti dai partner del progetto.
Sono certo che l’edizione 2014 sarà un’occasione per richiamare, ancora una volta, l’attenzione di tutti i soggetti interessati sui distretti e le filiere, e per illustrare le iniziative messe in campo dal sistema camerale.

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ The Jewellery Technology Forum 2014 ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A136C63S40/The-Jewellery-Technology-Forum-2014.htm Thu, 09 Jan 2014 11:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A136C63S40/The-Jewellery-Technology-Forum-2014.htm Fiera di Vicenza, 19 gennaio 2014 - 10th Technical Conference

Leggi il programma

]]>
Fiera di Vicenza, 19 gennaio 2014 - 10th Technical Conference

Leggi il programma

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Oro usato... perchè no? ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A135C63S40/Oro-usato----perche-no--.htm Thu, 09 Jan 2014 11:01:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A135C63S40/Oro-usato----perche-no--.htm Vicenza, 19 gennaio 2014 - Presente e futuro del commercio dell’oro e della compravendita di oggetti preziosi usati.

Scarica l'invito

]]>
Vicenza, 19 gennaio 2014 - Presente e futuro del commercio dell’oro e della compravendita di oggetti preziosi usati.

Scarica l'invito

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Le Pmi si alleano nelle filiere digitali ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A133C42S40/Le-Pmi-si-alleano-nelle-filiere-digitali.htm Thu, 12 Dec 2013 13:12:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A133C42S40/Le-Pmi-si-alleano-nelle-filiere-digitali.htm «Immagina il tuo competitor di sempre, spesso vicino anche geograficamente, che diventa in breve tempo un prezioso alleato. Non un cambio di casacca, perché ciascuno continua a giocare nel proprio campo, ma un'alleanza strategica. Perché restare soli è pericoloso in questi anni di crisi». Così Franco Zullo, un passato da manager di una multinazionale di telefonia mobile e oggi impegnato a mettere ]]> «Immagina il tuo competitor di sempre, spesso vicino anche geograficamente, che diventa in breve tempo un prezioso alleato. Non un cambio di casacca, perché ciascuno continua a giocare nel proprio campo, ma un'alleanza strategica. Perché restare soli è pericoloso in questi anni di crisi». Così Franco Zullo, un passato da manager di una multinazionale di telefonia mobile e oggi impegnato a mettere in rete sarti brianzoli e marchigiani. Franco ha acceso My Personal Dresser, una bottega d'eccellenza artigianale a domicilio: direttamente online è possibile richiedere un servizio sartoriale su misura.

Leggi l'articolo

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Osservatorio Nazionale sui Distretti Italiani: Insediato il nuovo Comitato Tecnico Scentifico ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A132C43S40/Osservatorio-Nazionale-sui-Distretti-Italiani--Insediato-il-nuovo-Comitato-Tecnico-Scentifico.htm Thu, 12 Dec 2013 13:12:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A132C43S40/Osservatorio-Nazionale-sui-Distretti-Italiani--Insediato-il-nuovo-Comitato-Tecnico-Scentifico.htm All’ordine del giorno il V rapporto sui distretti.

Il 19 novembre, con la presenza del segretario generale di Unioncamere Claudio Gagliardi, e con il coordinamento di Fulvio Coltorti, si è svolta la prima riunione del Comitato tecnico scientifico dell’Osservatorio nazionale dei distretti italiani. L’Osservatorio è uno strumento che sta evolvendo nel corso degli anni e su cui Unioncam ]]>
All’ordine del giorno il V rapporto sui distretti.

Il 19 novembre, con la presenza del segretario generale di Unioncamere Claudio Gagliardi, e con il coordinamento di Fulvio Coltorti, si è svolta la prima riunione del Comitato tecnico scientifico dell’Osservatorio nazionale dei distretti italiani. L’Osservatorio è uno strumento che sta evolvendo nel corso degli anni e su cui Unioncamere, nelle parole del suo segretario generale, punta molto come fonte di dati per gestire le politiche per i territori in funzione delle filiere.

Lo scopo dell’Osservatorio sarà quello di collezionare e mettere a disposizione una ricca base dati sui distretti italiani e fornire regolarmente un’elaborazione scientifica collegabile agli interventi che il territorio può attivare per le imprese.

Nel corso della riunione è stato impostato il lavoro per la quinta edizione del Rapporto dell’Osservatorio dei distretti italiani, che quest’anno sarà organizzato in tre sezioni:

  • un’analisi statistica sulla struttura e l’evoluzione recente dei distretti italiani;
  • una tematica di carattere generale;
  • un focus su specifiche specializzazioni settoriali e filiere.


Piccola anticipazione: nel rapporto si parlerà di politiche nazionali e locali per la competitività dei distretti e di agroalimentare.

Rif. Unionfiliere, Segreteria, e–mail: segreteria@unionfiliere.it

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Al Senato ddl per istituire il marchio "Italian Quality" ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A127C63S40/Al-Senato-ddl-per-istituire-il-marchio--Italian-Quality-.htm Fri, 29 Nov 2013 15:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A127C63S40/Al-Senato-ddl-per-istituire-il-marchio--Italian-Quality-.htm Roma, 29 novembre 2013 -

Si è svolto oggi, alle ore 10,  presso la Sala Zuccari del Senato, il convegno di presentazione del disegno di legge per l'istituzione del marchio “Italian Quality” per il rilancio del commercio estero e la tutela dei prodotti Italiani. Il disegno di legge, di cui sono primi firmatari la vicepresidente del Senato Valeria Fedeli (Pd) e il presidente della Commissione Industria M ]]> Roma, 29 novembre 2013 -

Si è svolto oggi, alle ore 10,  presso la Sala Zuccari del Senato, il convegno di presentazione del disegno di legge per l'istituzione del marchio “Italian Quality” per il rilancio del commercio estero e la tutela dei prodotti Italiani. Il disegno di legge, di cui sono primi firmatari la vicepresidente del Senato Valeria Fedeli (Pd) e il presidente della Commissione Industria Massimo Mucchetti, è sottoscritto da altri 35 senatori di molti schieramenti e propone uno strumento di politica industriale compatibile con i più recenti orientamenti comunitari in materia, utile per recuperare competitività.

All'iniziativa hanno partecipato, oltre a Valeria Fedeli e Massimo Mucchetti, il viceministro allo sviluppo economico Carlo Calenda, Lisa Ferrarini di Confindustria, Luca Marco Rinfreschi di Rete Imprese Italia, Ermete Realacci, Gianluca Susta, Paola Pelino, Patrizia Toia e Antonio Panzeri (gruppo S&D Europarlamento) e l'amministratore delegato di Missoni SpA Alberto Piantoni. Coordinatore Maria Silvia Sacchi, giornalista del Corriere della Sera.

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Tecnico superiore per la produzione/riproduzione di artefatti artistici: tecnico della lavorazione orafa ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A126C63S40/Tecnico-superiore-per-la-produzione-riproduzione-di-artefatti-artistici--tecnico-della-lavorazione-orafa.htm Tue, 26 Nov 2013 16:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A126C63S40/Tecnico-superiore-per-la-produzione-riproduzione-di-artefatti-artistici--tecnico-della-lavorazione-orafa.htm Il 2 dicembre 2013 inizia presso la Scuola d’Arte e Mestieri, Dipartimento della Fondazione Centro Produttività Veneto,  il corso biennale per “Tecnico Superiore per la produzione/riproduzione di artefatti artistici: Tecnico della lavorazione orafa”. Il corso rientra tra i percorsi di formazione post diploma e si rivolge ai diplomati interessati ad acquisire competenze nelle diverse aree tecniche del settore or ]]> Il 2 dicembre 2013 inizia presso la Scuola d’Arte e Mestieri, Dipartimento della Fondazione Centro Produttività Veneto,  il corso biennale per “Tecnico Superiore per la produzione/riproduzione di artefatti artistici: Tecnico della lavorazione orafa”. Il corso rientra tra i percorsi di formazione post diploma e si rivolge ai diplomati interessati ad acquisire competenze nelle diverse aree tecniche del settore orafo.  Il biennio di 2.000 ore complessive è ripartito in 1.000  ore annue di cui 700 di aula (lezioni teoriche, lezioni pratiche e laboratoriali) e 300 di stage in aziende di settore. Il consistente monte ore garantisce al partecipante di conoscere la filiera produttiva del settore orafo dal design del gioiello alla prototipazione fino al prodotto finito. Tali competenze, completate dalla pratica di strumenti informatici, consentono una preparazione coerente con i fabbisogni richiesti attualmente dal mondo del lavoro. Il costo, 400 € all’anno, è una sorta di contributo poiché tutto viene fornito dalla scuola: materiale didattico, di laboratorio e dispense.

Gli Istituti Tecnici Superiori (ITS) nascono per applicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 2008 ( DPCM 25.01.2008 ).  Sono "scuole speciali di tecnologia" e costituiscono un canale formativo di livello postsecondario, parallelo ai percorsi accademici. Formano tecnici superiori nelle aree tecnologiche strategiche per lo sviluppo economico e la competitività e si costituiscono secondo la forma della Fondazione di partecipazione che comprende scuole, enti di formazione, imprese, università e centri di ricerca, enti locali.

Per accedere è necessario sostenere un test di ammissione. Le selezioni sono ancora aperte e ci sono un paio di posti disponibili, per informazioni contattare la Scuola al 0444 – 96.05.00 oppure inviare una mail a: info@scuolartemestieri.org

 

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ CNA Federmoda: Luca Rinfreschi confermato Presidente Nazionale per i prossimi 4 anni ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A125C63S40/CNA-Federmoda--Luca-Rinfreschi-confermato-Presidente-Nazionale-per-i-prossimi-4-anni.htm Mon, 11 Nov 2013 14:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A125C63S40/CNA-Federmoda--Luca-Rinfreschi-confermato-Presidente-Nazionale-per-i-prossimi-4-anni.htm COMUNICATO STAMPA CNA FEDERMODA

 

Roma, 11 novembre 2013. Nel corso di una partecipatissima Assemblea Nazionale, sabato 9 novembre a Tivoli , Luca Rinfreschi è stato confermato alla guida nazionale dell’Unione CNA Federmoda per un secondo mandato.

Imprenditore artigiano del settore della pellicceria e degli accessori, Rinfreschi ha ricoperto numerosi ]]> COMUNICATO STAMPA CNA FEDERMODA

 

Roma, 11 novembre 2013. Nel corso di una partecipatissima Assemblea Nazionale, sabato 9 novembre a Tivoli , Luca Rinfreschi è stato confermato alla guida nazionale dell’Unione CNA Federmoda per un secondo mandato.

Imprenditore artigiano del settore della pellicceria e degli accessori, Rinfreschi ha ricoperto numerosi incarichi tra cui quello di Presidente CNA Prato e di Presidente della Camera di Commercio pratese.

Obiettivo del nuovo mandato sarà quello di proseguire nell’azione di sostegno alla salvaguardia e allo sviluppo del settore moda che rappresenta un fulcro del manifatturiero italiano.

Al centro ci sarà l’attività di lobby per arrivare finalmente all’introduzione di un sistema europeo di etichettatura che garantisca la tracciabilità dei prodotti e di un sistema di difesa e valorizzazione del marchio Made in Italy, su cui nel corso dell’Assemblea, Rinfreschi ha avuto modo di rinsaldare i rapporti e condividere gli obiettivi con le Istituzioni italiane (ha partecipato infatti alla parte pubblica dei lavori il Vicepresidente del Senato, Valeria Fedeli, promotrice di una serie di iniziative a livello europeo ed prima firmataria di un disegno di legge per l’istituzione del marchio “Italian Quality”) e con quelle francesi rappresentate da Capucine Louis dell’Ambasciata di Francia e Roma.

Oltre a questo, il Presidente di CNA Federmoda proseguirà nell’azione di promozione e valorizzazione delle produzioni moda che ha portato in questi anni a promuovere numerose e importanti iniziative in Italia e all’estero.

Un’attenzione particolare sarà poi data al tema della filiera e della subfornitura.

Infine sarà assicurato il massimo impegno su temi come burocrazia, pressione fiscale, costi dell’energia e accesso al credito, ce coinvolgono tutti i settori ma che per le imprese del tessile, abbigliamento, pelletteria e calzature rappresentano un peso allo sviluppo.

Questo il nuovo gruppo dirigente nazionale dell’Unione CNA Federmoda:

 

Consiglio Nazionale

Nome

Cognome

 

Nome

Cognome

Roberta

Alessandri

 

Marco

Gasparini

Fiorenzo

Arcangeletti

 

Tamara

Gualandi

Gianluca

Baldassarra

 

Marco

Landi

Walid

Barakat

 

Carlo

Liotti

Giuseppe

Braga

 

Francesco

Manoni

Paolo

Brogi

 

Massimo

Marchi

Rossella

Calabrò

 

Doriana

Marini

Aldo

Cappetti

 

Gianni

Mirizzi

Silvio

Cattaneo

 

Lorenza

Montagnana

Cinzia

Chiti

 

Susanna

Musetti

Roberto

Corbelli

 

Vanni

Po

Lorenzo

Costanzo

 

Emanuela

Pulcinelli

Luisa Lina

Del Vecchio

 

Luca Marco

Rinfreschi

Alina

Di Benedetto

 

Luigi

Rossi

Anna Maria

Di Chiara

 

Piergiorgio

Silvestrin

Giovanni

Di Michele

 

Francesco

Viti

Emilia

Fabbri

 

Maria Grazia

Zapparoli

Francesco

Galatioto

 

 

 

 

Presidenza Nazionale dell’Unione

 

oltre al Presidente eletto, LUCA MARCO RINFRESCHI;

ROBERTA ALESSANDRI, ROSSELLA CALABRO’,  LORENZO COSTANZO, ANNA MARIA DI CHIARA,  GIOVANNI DI MICHELE, MARCO GASPARINI,  MARCO LANDI, PIERGIORGIO SILVESTRIN.

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Presentato il progetto TFashion presso la Camera di Commercio di Biella ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A124C63S40/Presentato-il-progetto-TFashion-presso-la-Camera-di-Commercio-di-Biella.htm Tue, 05 Nov 2013 14:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A124C63S40/Presentato-il-progetto-TFashion-presso-la-Camera-di-Commercio-di-Biella.htm xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere ) <![CDATA[ "Non è tutto oro quello che luccica - Sudafrica & Italia - TF-Traceability & Fashion" ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A123C63S40/-Non-e-tutto-oro-quello-che-luccica---Sudafrica---Italia---TF-Traceability---Fashion-.htm Mon, 04 Nov 2013 09:11:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A123C63S40/-Non-e-tutto-oro-quello-che-luccica---Sudafrica---Italia---TF-Traceability---Fashion-.htm Dal 22 al 25 Ottobre, una delegazione formata da 5 aziende sudafricane si è recata a Vicenza  per la parte finale del progetto “Non è tutto oro quello che luccica – Sudafrica&Italia  – Tracciabilità e Best Practices”.

La delegazione accompagnata dal Segretario Generale Mariagrazia Biancospino ha avuto modo di incontrare circa 30 controparti italiane. Questa missione rient ]]> Dal 22 al 25 Ottobre, una delegazione formata da 5 aziende sudafricane si è recata a Vicenza  per la parte finale del progetto “Non è tutto oro quello che luccica – Sudafrica&Italia  – Tracciabilità e Best Practices”.

La delegazione accompagnata dal Segretario Generale Mariagrazia Biancospino ha avuto modo di incontrare circa 30 controparti italiane. Questa missione rientra nell’ambito del progetto, cofinanziato da Unioncamere, sulla tracciabilità volontaria dei metalli preziosi e del settore fashion, che ha l’obiettivo di incrementare il business del luxury made in Italy in Sudafrica, grazie ad un sistema trasparente di tracciabilità dei prodotti.

Nato dalla collaborazione tra Made in Vicenza- Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vicenza - e la Camera di Commercio Italo-Sudafricana, il workshop si è strutturato in diverse fasi che sono andate dalla selezione dei buyers sudafricani e delle loro controparti italiane, all’organizzazione vera e propria di business meeting dove i soggetti si sono incontrati e hanno parlato di opportunità di collaborazione e sviluppo del mercato. Il lavoro svolto dalle Camere dei due paesi è stato fondamentale e si ritiene che il progetto possa avere importanti ricadute economiche.  L’obiettivo è stato quello di creare trasparenza e fiducia tra produttore e consumatore attraverso l’indicazione dei luoghi di lavorazione delle principali fasi del processo produttivo e delle principali caratteristiche del prodotto in tema di salubrità, sostenibilità ambientale e responsabilità sociale d’impresa.

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Nuovo Presidente per Unionfiliere ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A122C41S40/Nuovo-Presidente-per-Unionfiliere.htm Wed, 30 Oct 2013 17:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A122C41S40/Nuovo-Presidente-per-Unionfiliere.htm Luca Giusti, 57 anni, Presidente della Camera di Commercio I.A.A. di Prato, è il nuovo Presidente di Unionfiliere, l’organismo del sistema camerale per la tutela e la valorizzazione delle filiere e dei distretti del made in Italy.

Lo ha eletto l’Assemblea dei Soci svoltasi a Roma il 29 ottobre 2013.

Giusti succede a Giovanni Tricca, decaduto dalla carica, ai sensi dello Statuto, non essendo ]]> Luca Giusti, 57 anni, Presidente della Camera di Commercio I.A.A. di Prato, è il nuovo Presidente di Unionfiliere, l’organismo del sistema camerale per la tutela e la valorizzazione delle filiere e dei distretti del made in Italy.

Lo ha eletto l’Assemblea dei Soci svoltasi a Roma il 29 ottobre 2013.

Giusti succede a Giovanni Tricca, decaduto dalla carica, ai sensi dello Statuto, non essendo più Presidente della Camera di Commercio di Arezzo.

Nel ringraziare l’Assemblea per la fiducia accordata alla sua persona, il neo-Presidente ha espresso la volontà di proseguire sulla strada intrapresa dal suo predecessore, certo di poter contare sul sostegno di tutte le Camere associate.

 

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Il Distretto produttivo della Pesca di Mazara tra le best practice presentate a Valladolid ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A121C43S40/Il-Distretto-produttivo-della-Pesca-di-Mazara-tra-le-best-practice-presentate-a-Valladolid.htm Mon, 28 Oct 2013 18:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A121C43S40/Il-Distretto-produttivo-della-Pesca-di-Mazara-tra-le-best-practice-presentate-a-Valladolid.htm Nell’ambito del progetto "Manage Labour Integration", finanziato dal programma europeo, le attività del Distretto sono state valutate tra le più valide per il miglioramento delle condizioni socio–economiche nell’area del Mediterraneo.

Leggi l'articolo

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Moda pulita, Greenpeace: aderisce primo produttore di tessuti pregiati ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A120C42S40/Moda-pulita--Greenpeace--aderisce-primo-produttore-di-tessuti-pregiati.htm Mon, 28 Oct 2013 18:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A120C42S40/Moda-pulita--Greenpeace--aderisce-primo-produttore-di-tessuti-pregiati.htm Nell’ambito della campagna di Greenpeace volta a ripulire le filiere della moda dalle sostanze tossiche arrivano le prime adesioni. Si tratta dell’azienda tessile comasca Canepa Spa, che è diventata il primo produttore a livello mondiale a sottoscrivere pubblicamente il Detox Commitment di Greenpeace per una moda libera da sostanze tossiche.

Leggi l'articolo

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ L'Assemblea dei soci, convocata per il prossimo 29 ottobre a Roma ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A119C41S40/L-Assemblea-dei-soci--convocata-per-il-prossimo-29-ottobre-a-Roma.htm Mon, 28 Oct 2013 18:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A119C41S40/L-Assemblea-dei-soci--convocata-per-il-prossimo-29-ottobre-a-Roma.htm L’Assemblea dei Soci, convocata per il prossimo 29 ottobre a Roma, sarà chiamata, tra l’altro, ad eleggere il nuovo presidente di Unionfiliere. Non essendo più Presidente della Camera di Arezzo, infatti, è venuto automaticamente a termine anche il mio incarico nella nostra associazione, ai sensi dell’art. 10, comma 4, dello Statuto.

Colgo, quindi, l’occasione di quest’ultimo edit ]]> L’Assemblea dei Soci, convocata per il prossimo 29 ottobre a Roma, sarà chiamata, tra l’altro, ad eleggere il nuovo presidente di Unionfiliere. Non essendo più Presidente della Camera di Arezzo, infatti, è venuto automaticamente a termine anche il mio incarico nella nostra associazione, ai sensi dell’art. 10, comma 4, dello Statuto.

Colgo, quindi, l’occasione di quest’ultimo editoriale per svolgere alcune brevi riflessioni sui due anni trascorsi alla guida di Unionfiliere.

Quando, nel giugno del 2011 si decise di far confluire le esperienze di Assicor e ITF in un unico organismo, in modo di poter potenziare e migliorare, attraverso la creazione di sinergie e la realizzazione di economie di scala, l’azione del sistema camerale a favore delle due filiere (oro e moda) iniziali, e di poter estendere tale esperienza ad altre filiere del made in Italy, avevamo fatto una scommessa, il cui esito era niente affatto scontato.

Ora ritengo di poter dire che la scommessa è stata vinta. Alle due filiere iniziali, in questi due anni, sono venute affiancandosi quelle della nautica, dell’abitare sostenibile, della meccanica e dell’agroindustria e i Comitati hanno promosso numerose iniziative ed azioni a favore delle imprese, fornendo loro strumenti per meglio affrontare le sfide di un mercato sempre più globalizzato.

Una parola in più desidero spenderla per quelli che reputo due risultati assai importanti conseguiti da Unionfiliere in questo periodo. Intendo far riferimento, in primo luogo, a TFashion, il sistema di tracciabilità volontario delle Camere di Commercio italiane, che ormai riguarda i settori del tessile/abbigliamento, della pelletteria, della pellicceria, delle calzature, dei metalli preziosi e della bigiotteria (mentre è in fase di elaborazione il documento normativo per l’occhialeria) ed attraverso il quale sono già state certificate oltre 200 imprese (il che vuol dire, comprendendo i fornitori, una platea di 1.200 imprese).

In secondo luogo, voglio qui ricordare il protocollo d’intesa siglato con la Federazione dei Distretti Italiani che prevede la confluenza di tale organizzazione in Unionfiliere. Credo sia questa un’importante testimonianza della credibilità raggiunta e del lavoro svolto dalla nostra associazione.

Lavoro e risultati che non sarebbero stati possibili senza l’impegno di tutti coloro che, insieme a me, si sono spesi per far crescere Unionfiliere. Desidero, quindi, esprimere il mio più sincero ringraziamento ai presidenti dei Comitati di filiera, al presidente di Unioncamere, l’amico Ferruccio Dardanello, al segretario generale, Claudio Gagliardi, a tutti i presidenti e segretari generali delle Camere associate, al nostro direttore, Alessandra Vittoria, e ai collaboratori dei nostri uffici.

Lascio al nuovo presidente un’ Unionfiliere in crescita. Auguro, quindi, a lui e a tutti voi “buon lavoro”.

Giovanni Tricca

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Verso la qualifica TF-Edilizia sostenibile ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A118C63S40/Verso-la-qualifica-TF-Edilizia-sostenibile.htm Mon, 28 Oct 2013 18:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A118C63S40/Verso-la-qualifica-TF-Edilizia-sostenibile.htm Il Comitato di filiera ha avviato un progetto volto al rilancio e alla valorizzazione del sistema edile.

La qualifica TF - Edilizia Sostenibile è al centro del progetto elaborato in questi mesi dal Comitato di filiera dell’Edilizia e dell’abitare sostenibile. L’iniziativa vuole essere uno strumento propulsivo per innestare un nuovo processo di rilancio e valorizzazione del sistema edile, stimolando le imp ]]> Il Comitato di filiera ha avviato un progetto volto al rilancio e alla valorizzazione del sistema edile.

La qualifica TF - Edilizia Sostenibile è al centro del progetto elaborato in questi mesi dal Comitato di filiera dell’Edilizia e dell’abitare sostenibile. L’iniziativa vuole essere uno strumento propulsivo per innestare un nuovo processo di rilancio e valorizzazione del sistema edile, stimolando le imprese del settore a intraprendere un percorso di riqualificazione (in termini di: offerta, visione imprenditoriale, competenze e organizzazione) e riposizionamento in un mercato sempre più indirizzato verso la "ristrutturazione del patrimonio immobiliare esistente in chiave di efficienza energetica e comfort" utilizzando tecniche e materiali innovativi.

Il progetto si rivolge alla filiera dell’edilizia e dell’abitare intendendo per tale tutti gli attori impegnati nella costruzione e riqualificazione di edifici, residenziali e non, comprendendo i progettisti, la parte edile e quella degli impianti. In particolare, si rivolge alle aziende che accettano la sfida del cambiamento e che realizzano investimenti in innovazione e formazione per essere al passo con un mercato incentrato sulle problematiche energetiche e ambientali che, sempre più, richiede tecniche costruttive e materiali "sostenibili".

La qualifica TF - Edilizia Sostenibile non è una certificazione degli edifici e delle imprese ma una vera e propria qualifica per le imprese che si impegnano a rispettare determinati requisiti innovativi.

Il processo di crescita all’interno del progetto sarà progressivo, graduale e non automatico. A tal fine diversi saranno i livelli di qualifica: da quello standard che viene acquisito da imprese che rispettano i requisiti di base fino al livello più impegnativo che può essere acquisito da imprese particolarmente avanzate.
Sarà inoltre costante perché l’evoluzione del mercato e l’impatto della ricerca e lo sviluppo anche in questo settore, implicano un supporto e una modalità operativa permanente volti a consolidare il valore della filiera in termini di conoscenza e opportunità di mercato.

Rif. Unionfiliere, Segreteria, e–mail: segreteria@unionfiliere.it
 

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Comitato di Filiera Nautica: Il comitato si riunisce in occasione degli Stati Generali dell'Economia del Mare ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A117C63S40/Comitato-di-Filiera-Nautica--Il-comitato-si-riunisce-in-occasione-degli-Stati-Generali-dell-Economia-del-Mare.htm Mon, 28 Oct 2013 18:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A117C63S40/Comitato-di-Filiera-Nautica--Il-comitato-si-riunisce-in-occasione-degli-Stati-Generali-dell-Economia-del-Mare.htm A La Spezia le Camere di Commercio hanno fatto il punto sulle attività per rilanciare le imprese e le attività legate al mare. Cantieristica, sostenibilità e interoperabilità tra enti, gli argomenti del convegno.

Il 3 e 4 ottobre si è tenuto il convegno nazionale “Stati Generali dell’Economia del Mare delle Camere di Commercio”, organizzato dalla Camera di La Spezia che ha vist ]]> A La Spezia le Camere di Commercio hanno fatto il punto sulle attività per rilanciare le imprese e le attività legate al mare. Cantieristica, sostenibilità e interoperabilità tra enti, gli argomenti del convegno.

Il 3 e 4 ottobre si è tenuto il convegno nazionale “Stati Generali dell’Economia del Mare delle Camere di Commercio”, organizzato dalla Camera di La Spezia che ha visto riunite per due giornate le più importanti realtà produttive ed economiche del Paese impegnate nell’ambito della cantieristica navale e nella filiera della nautica.

Due giornate di lavori presso l’Auditorium della Camera di Commercio, allestito lungo la Passeggiata Morin in occasione della Festa della Marineria (La Spezia 3–6 ottobre). Il convegno è stato suddiviso in tre focus sui temi centrali per l’economia blu:

  • La cantieristica navale per il rilancio della filiera della nautica
  • La valorizzazione delle aree protette e la sostenibilità ambientale come fattori strategici di sviluppo
  • L’interoperabilità tra gli enti del mare per rendere semplice la vita delle imprese.

Il convegno è stata un’occasione per fare il punto sui temi già all’attenzione del sistema camerale, tra cui il tema della valorizzazione delle filiere, della qualificazione delle professionalità, dell’innovazione e internazionalizzazione delle imprese e monitoraggio costante delle attività del comparto blue. Durante il convegno si è riunito il Comitato di filiera della Nautica che ha fatto grandi passi in avanti verso la definizione di un percorso di qualificazione delle imprese della filiera.

Rif. Unionfiliere, Segreteria, e–mail: segreteria@unionfiliere.it

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Comitato di Filiera Oro: tante novità dopo la pausa estiva ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A116C63S40/Comitato-di-Filiera-Oro--tante-novita-dopo-la-pausa-estiva.htm Mon, 28 Oct 2013 18:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A116C63S40/Comitato-di-Filiera-Oro--tante-novita-dopo-la-pausa-estiva.htm Tra i temi in grande evidenza il piano industriale 2014–2017, il progetto TFashion, la tracciabilità delle materie prime e la convenzione di Vienna.

Il 7 settembre e l’8 ottobre il presidente del Comitato di filiera, Giuseppe Corrado, ha partecipato agli incontri organizzati da Fiera di Vicenza spa, durante i quali ha illustrato ai vertici della Fiera il piano industriale 2014 – 2017 e il sis ]]> Tra i temi in grande evidenza il piano industriale 2014–2017, il progetto TFashion, la tracciabilità delle materie prime e la convenzione di Vienna.

Il 7 settembre e l’8 ottobre il presidente del Comitato di filiera, Giuseppe Corrado, ha partecipato agli incontri organizzati da Fiera di Vicenza spa, durante i quali ha illustrato ai vertici della Fiera il piano industriale 2014 – 2017 e il sistema di tracciabilità volontario TFashion auspicando future collaborazioni sulla qualificazione dei prodotti orafo–gioiellieri italiani e sulla diffusione della cultura della responsabilità sociale d’impresa tra gli operatori del settore.
Il progetto TFashion è stato presentato anche alla "Hong Kong Jewellery and Gem Fair", la manifestazione più importante per il settore oreficeria in Asia. Unionfiliere in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana a Hong Kong e Macao, ha organizzato un evento per presentare e promuovere il progetto e la sua applicazione al settore gioielleria nel mercato asiatico. All’incontro sono state invitate 40 aziende italiane e la Linea Italia Srl., impresa già certificata, ha raccontato la sua esperienza all’interno di TFashion.

Novità anche sul tema della tracciabilità con particolare riferimento all’origine della materia prima. Federorafi – Confindustria, in collaborazione con il Comitato Filiera Oro di Unionfiliere, ha avviato un gruppo di lavoro che ha già elaborato un questionario per rilevare le informazioni di base sulla tematica riguardante la tracciabilità con particolare riferimento all’origine della materia prima. Il tema è particolarmente importante soprattutto dopo l’emanazione della legge statunitense denominata Dodd–Frank Act, per cui le società statunitensi quotate in borsa saranno obbligate dal 2014 a dimostrare che tutti i prodotti oggetto della loro attività non contengano oro, stagno, tungsteno e tantalio provenienti da zone interessate da conflitto ("conflict free").

Una volta elaborate le risposte pervenute dalle imprese associate a Federorafi – Confindustria e sulla base delle indicazioni giunte dalle altre Associazioni di categoria, il gruppo di lavoro elaborerà un documento per garantire alle aziende interessate di poter rispondere alle nuove richieste dei clienti statunitensi.

Per chiudere, sono da segnalare i positivi segnali giunti dallo Standing Committee della Convenzione di Vienna durante la riunione del 16 settembre a Lisbona. Il Comitato ha approvato e fatto proprio, con il solo voto contrario del rappresentante ceco, il rapporto del Comitato Tecnico Permanente che ha rilevato l’infondatezza delle ragioni addotte dalla Repubblica Ceca contro l’adesione italiana e le ha respinte con fermezza. A seguito di tale decisione il presidente e il segretario dello Standing Committee incontreranno quanto prima il depositario della Convenzione per valutare i prossimi passi.

Rif. Unionfiliere, Segreteria, e–mail: segreteria@unionfiliere.it
 

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Moda, il progetto TFashion al centro degli incontri di Varese, Charleroi e Shanghai ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A115C63S40/Moda--il-progetto-TFashion-al-centro-degli-incontri-di-Varese--Charleroi-e-Shanghai.htm Mon, 28 Oct 2013 18:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A115C63S40/Moda--il-progetto-TFashion-al-centro-degli-incontri-di-Varese--Charleroi-e-Shanghai.htm Grande interesse per il sistema di tracciabilità volontario TF – Traceability &Fashion è stato registrato negli ultimi incontri a livello europeo e internazionale
L’inizio dell’autunno trova il Comitato di filiera della Moda in fervente attività, in particolar modo sul fronte degli eventi promozionali che mirano a diffondere all’estero il sistema di tracciabilità volontario TF ]]>
Grande interesse per il sistema di tracciabilità volontario TF – Traceability &Fashion è stato registrato negli ultimi incontri a livello europeo e internazionale
L’inizio dell’autunno trova il Comitato di filiera della Moda in fervente attività, in particolar modo sul fronte degli eventi promozionali che mirano a diffondere all’estero il sistema di tracciabilità volontario TF – Traceability & Fashion. Tre incontri promozionali in particolare hanno riscosso grande successo: uno si è svolto in Italia, a Varese, uno in Belgio, a Charleroi in Vallonia, l’ultimo in Cina, a Shanghai.
Nel corso dell’incontro "Tessile varesino, tracciabilità e mercati internazionali: focus Germania" tenutosi lo scorso 23 settembre a MalpensaFiere, è emerso il forte apprezzamento del mondo tessile tedesco verso la qualità produttiva e l’attenzione alla tracciabilità dei prodotti italiani. Il meeting, organizzato dalla Camera di Commercio di Varese e Unionfiliere insieme alla Camera di Commercio italiana per la Germania, ha riunito imprese del territorio ed esponenti della Camera di Commercio Italiana in Germania.
Erano presenti all’incontro, tra gli altri, il direttore di Unionfiliere, Alessandra Vittoria, che ha parlato della tracciabilità TFashion. Caratteristiche e tendenze del mercato tedesco della moda e del tessile sono state affrontate da Vincenza D’Ambrogio della Camera di Commercio Italiana per la Germania. Presenti, tra gli altri, Mauro Temperelli, Segretario Generale della Camera di Commercio di Varese e Claudia Nikolai, Segretario Generale della Camera di Commercio Italiana in Germania.
Il 24 settembre scorso si è tenuto, presso il Consolato d’Italia a Charleroi, in Belgio, il seminario dal titolo "La valorizzazione dei prodotti della manifattura made in Italy", organizzato dalla Camera di Commercio Italo–Belga in collaborazione con il Consolato d’Italia, Unioncamere e Unionfiliere. All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, il console d’Italia a Charleroi, Iva Palmieri, l’amministratore della Camera di Commercio Italo–Belga nonchè responsabile della Section Hainaut–Namur Antonio Tresca, il segretario generale della Camera di Commercio Italo–Belga Matteo Lazzarini e il direttore di Unioncamere Bruxelles Flavio Burlizzi.
Del progetto TFashion si è parlato anche lo scorso 12 ottobre a Shanghai, nel corso del seminario "TF – Traceability & Fashion: dall’artigiano al web" , organizzato dalla Camera di Commercio Italo–Cinese con il theMICAMshanghai, che si è tenuto presso lo Shanghai Exhibition Center. Ha illustrato il progetto il segretario generale della CCIE Giulia Ziggiotti.

Rif. Unionfiliere, Segreteria, e–mail: segreteria@unionfiliere.it 

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ I brand della moda italiani crescono più di quelli esteri: lo dimostra lo studio sui bilanci semestrali da parte della società di analisi Pambianco ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A114C63S40/I-brand-della-moda-italiani-crescono-piu-di-quelli-esteri--lo-dimostra-lo-studio-sui-bilanci-semestrali-da-parte-della-societa-di-analisi-Pambianco.htm Wed, 09 Oct 2013 15:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A114C63S40/I-brand-della-moda-italiani-crescono-piu-di-quelli-esteri--lo-dimostra-lo-studio-sui-bilanci-semestrali-da-parte-della-societa-di-analisi-Pambianco.htm L’analisi che comprende non solo i grandi gruppi, ma anche le medie aziende con posizionamenti diversi nei settori della moda e del lusso, testimonia come il fatturato di 13 marchi italiani: Luxottica, Gucci, Prada, Cucinelli, Ferragamo, Safilo, Tod's, Bottega Veneta, Geox, Basicnet, Aeffe, Csp e Caleffi, sia cresciuto del 4,9% rispetto al primo semestre 2013, arrivando a 10,503 miliardi di euro L’analisi che comprende non solo i grandi gruppi, ma anche le medie aziende con posizionamenti diversi nei settori della moda e del lusso, testimonia come il fatturato di 13 marchi italiani: Luxottica, Gucci, Prada, Cucinelli, Ferragamo, Safilo, Tod's, Bottega Veneta, Geox, Basicnet, Aeffe, Csp e Caleffi, sia cresciuto del 4,9% rispetto al primo semestre 2013, arrivando a 10,503 miliardi di euro. Gli stranieri crescono soltanto del 3,5%, nonostante il loro valore è 6 volte superiore rispetto a quello italiano con 61,254 miliardi.
In testa alla classifica italiana per ricavi c'è Luxottica, leader mondiale nell'occhialeria, che ha chiuso i primi sei mesi del 2013 con un incremento dei ricavi del +5,8%, seguito da Gucci e Prada; ma la vera sorpresa è il brand Brunello Cucinelli, che si aggiudica il record di crescita con un aumento del + 16,2%.
L'Italia vince anche il confronto sulla redditività: l'ebitda è arrivato a 2,565 miliardi, pari al 29,2% dei ricavi. Meglio, in percentuale, di quello del campione estero formato da, sempre in ordine di fatturato: Lvmh, Inditex, Adidas, H&M, Gap, Vf,Limited Brands, Swatch Group, Hermès,Puma, Hanes Brands,Abercrombie&Fitch, Tiffany, Hugo Boss, Fossil, Guess, Quiksilver, Columbia e Saint Laurent.
La moda italiana rimane quindi una voce fondamentale dell’economia del nostro Paese e conferma il proprio primato rispetto ai brand esteri grazie alla qualità, all’eleganza e all’originalità che da sempre la contraddistinguono.

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Volete portare la vostra impresa oltre i confini nazionali? "Procuratevi un export manager: parola di ICE!" ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A113C63S40/Volete-portare-la-vostra-impresa-oltre-i-confini-nazionali---Procuratevi-un-export-manager--parola-di-ICE--.htm Thu, 03 Oct 2013 15:10:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A113C63S40/Volete-portare-la-vostra-impresa-oltre-i-confini-nazionali---Procuratevi-un-export-manager--parola-di-ICE--.htm Roberto Luongo, Direttore Generale dell'agenzia che si occupa della promozione internazionale delle industrie del Made in Italy, ne è convinto: “Il problema più grande per una piccola e media impresa che vuole fare internazionalizzazione, non è tanto entrare in un mercato, quanto restarvi stabilmente. Spesso ci troviamo di fronte aziende a conduzione familiare che stringono da sole i contatti iniziali con i cl ]]> Roberto Luongo, Direttore Generale dell'agenzia che si occupa della promozione internazionale delle industrie del Made in Italy, ne è convinto: “Il problema più grande per una piccola e media impresa che vuole fare internazionalizzazione, non è tanto entrare in un mercato, quanto restarvi stabilmente. Spesso ci troviamo di fronte aziende a conduzione familiare che stringono da sole i contatti iniziali con i clienti esteri, ricevono i primi ordini, ma poi non riescono a gestirli perché sono prive di un management adatto”.
In questi casi si rende necessaria la presenza di un “Export manager”, quella figura professionale che ha il compito di sviluppare le politiche commerciali dell'azienda all’estero, selezionando nuovi mercati potenziali ed elaborando le strategie più efficaci per l’ingresso e il consolidamento dell’impresa nei paesi prescelti.
“Uno dei nostri obiettivi, sostiene Luongo, è quello di offrire un corso specifico per “Export Manager della Moda”, dedicato alle imprese che vogliono attivare operazioni di internazionalizzazione, perché possano sbarcare in un Paese e ottenere i migliori risultati possibili.”
Il corso fa parte dei 50 progetti finanziati dall’ICE, che ha stanziato 82 milioni di euro di fondi, il 50% destinati ai paesi Brics e un quarto all'area dell'Asia-Pacifico, per aiutare tutte le aziende italiane dei settori tessile-abbigliamento, pelle e calzaturiero, che hanno deciso di puntare sull'internazionalizzazione per crescere e superare la difficile congiuntura del mercato interno.

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ TFashion sbarca a Hong Kong ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A112C63S40/TFashion-sbarca-a-Hong-Kong.htm Mon, 30 Sep 2013 09:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A112C63S40/TFashion-sbarca-a-Hong-Kong.htm In occasione della manifestazione più importante per il settore oreficeria in Asia, la “Hong Kong Jewellery and Gem Fair”, Unionfiliere in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana a Hong Kong e Macao, ha organizzato un evento per presentare e promuovere il nostro progetto e la sua applicazione al settore gioielleria, specialmente nel mercato asiatico.

Le 40 aziende italiane invitate all’incontro ]]> In occasione della manifestazione più importante per il settore oreficeria in Asia, la “Hong Kong Jewellery and Gem Fair”, Unionfiliere in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana a Hong Kong e Macao, ha organizzato un evento per presentare e promuovere il nostro progetto e la sua applicazione al settore gioielleria, specialmente nel mercato asiatico.

Le 40 aziende italiane invitate all’incontro, hanno ascoltato con interesse tutte le novità dell’iniziativa, condividendo le proprie impressioni insieme a una delle nostre imprese certificate, Linea Italia Srl., che ha raccontato la sua esperienza all’interno di TFashion.
 

]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ Seminario "TF-Tracciabilità e Moda" - Camera di commercio Italiana in China ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A111C63S40/Seminario--TF-Tracciabilita-e-Moda----Camera-di-commercio-Italiana-in-China.htm Thu, 12 Sep 2013 16:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A111C63S40/Seminario--TF-Tracciabilita-e-Moda----Camera-di-commercio-Italiana-in-China.htm Il 16 settembre presso la Shanghai Exhibition Center Unifiliere verrà  presentato il sistema di tracciabilità.
Il sistema di tracciabilità è la certificazione volontaria creata  da Unionfiliere e promossa da Unioncamere e dalle Camere di commercio italiane all'estero. Questa certificazione mira a certificare e aumentare il valore dei prodotti della catena "Made in Italy".
< ]]>
Il 16 settembre presso la Shanghai Exhibition Center Unifiliere verrà  presentato il sistema di tracciabilità.
Il sistema di tracciabilità è la certificazione volontaria creata  da Unionfiliere e promossa da Unioncamere e dalle Camere di commercio italiane all'estero. Questa certificazione mira a certificare e aumentare il valore dei prodotti della catena "Made in Italy".

La partecipazione è gratuita, ma è richiesta la registrazione.

]]>
xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
<![CDATA[ 23 settembre: Tessile varesino, tracciabilità e mercati internazionali: focus Germania ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A110C63S40/23-settembre--Tessile-varesino--tracciabilita-e-mercati-internazionali--focus-Germania.htm Thu, 12 Sep 2013 16:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A110C63S40/23-settembre--Tessile-varesino--tracciabilita-e-mercati-internazionali--focus-Germania.htm Lunedì 23 settembre 2013 si svolgerà il convegno "Tessile varesino, tracciabilità e mercati internazionali: focus Germania", organizzato da Unionfilere, Camera di commercio italiana per la Germania e Cdc di Varese, presso Malpensafiere, Busto Arsizio Sala Ferrario.

l'Incontro inizierà alle 10.00.

Si parlerà di: 

  • Interscambio tra Varese e Germania ]]> Lunedì 23 settembre 2013 si svolgerà il convegno "Tessile varesino, tracciabilità e mercati internazionali: focus Germania", organizzato da Unionfilere, Camera di commercio italiana per la Germania e Cdc di Varese, presso Malpensafiere, Busto Arsizio Sala Ferrario.

    l'Incontro inizierà alle 10.00.

    Si parlerà di: 

    • Interscambio tra Varese e Germania: il settore tessile; 
    • La tracciabilità TFashion:  un modo di distinguersi per migliorare la competitività delle imprese; 
    • L’etichettatura dei prodotti tessili: uno strumento di marketing internazionale; 
    • Il mercato tedesco della moda e del tessile.

    Nella seconda parte dell'incotro si svolgeranno gli incontri B2B tra operatori presenti.

    ]]>
    xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere ) <![CDATA[ Tour europeo per il progetto TF ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A109C63S40/Tour-europeo-per-il-progetto-TF.htm Thu, 05 Sep 2013 11:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A109C63S40/Tour-europeo-per-il-progetto-TF.htm  

    Continuano le riunioni del Comitato Moda e le attività promozionali all’estero, superata la soglia delle 200 aziende certificate TFashion.

    L’inizio dell’estate trova il Comitato di filiera della Moda in fervente attività, tra riunioni itineranti, promozione all’estero, e acquisizione di nuove aziende che scelgono la certificazione volontaria. Ma veniamo al dettaglio ]]>  

    Continuano le riunioni del Comitato Moda e le attività promozionali all’estero, superata la soglia delle 200 aziende certificate TFashion.

    L’inizio dell’estate trova il Comitato di filiera della Moda in fervente attività, tra riunioni itineranti, promozione all’estero, e acquisizione di nuove aziende che scelgono la certificazione volontaria. Ma veniamo al dettaglio delle operazioni.

    Continuano le riunioni del Comitato moda itinerante: lo scorso 8 luglio è stata la volta di Prato, dove presso la sede della Camera di Commercio si è parlato del Comitato di Certificazione di TFashion. Nel corso dell’incontro Mauro Chezzi, vice direttore di Sistema Moda Italia/Confindustria ha presentato gli “Standard di Qualità” e i “Contratti Tipo”.

    Proseguono anche gli eventi promozionali che mirano a diffondere all’estero il sistema di tracciabilità volontario TF – Traceability & Fashion. Notevole successo hanno riscosso le azioni realizzate nel mese di luglio dai partner progettuali europei: la Camera di Commercio Italiana per la Germania e la Camera di Commercio italiana olandese e del Lussemburgo hanno effettuato un’estesa attività di comunicazione ai gruppi target dei loro mercati di riferimento, inviando agli operatori del settore fashion un testo d’invito che presenta TFashion e il Desk informativo allestito presso la Fiera Panorama.

    Alla Fiera Panorama Fashion Fair, che si è svolta presso il Berlin ExpoCenter Airport dal 2 al 4 luglio, la Camera di Commercio Italiana per la Germania ha inoltre allestito un Desk TF – Traceability & Fashion per promuovere la diffusione e la conoscenza del marchio tra gli operatori del Nord Europa, e il 4 luglio ha organizzato un aperitivo italiano di promozione del sistema di tracciabilità TFashion per networking con buyer tedeschi e con espositori italiani. Oltre a ciò, presso la Fiera Premium, alla Stazione di Berlino (Luckenwalder Strasse 4 – 6 , 10963 Berlin) ha strutturato un’attività di promozione del sistema di tracciabilità TFashion porta a porta, visitando le aziende espositrici italiane presso i loro stand.

    Ottimi risultati per la certificazione TFashion, che nel mese di luglio ha toccato la quota di 210 aziende che hanno scelto la trasparenza della tracciabilità volontaria.

    ]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
    <![CDATA[ Il Comitato Esecutivo di Unionfiliere incontra i vertici di Unioncamere e di Assocamerestero ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A108C41S40/Il-Comitato-Esecutivo-di-Unionfiliere-incontra-i-vertici-di-Unioncamere-e-di-Assocamerestero.htm Thu, 05 Sep 2013 11:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A108C41S40/Il-Comitato-Esecutivo-di-Unionfiliere-incontra-i-vertici-di-Unioncamere-e-di-Assocamerestero.htm  

    In un recente incontro con il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello, alla presenza del segretario generale di Unioncamere, Claudio Gagliardi, del segretario generale della Camera di Commercio di Arezzo, Giuseppe Salvini, e del Direttore di Assocamerestero, Gaetano Esposito, abbiamo concordato una linea di lavoro fondata sul fatto che le Camere di Commercio, nell’ambito di questa profonda crisi che il sistem ]]>  

    In un recente incontro con il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello, alla presenza del segretario generale di Unioncamere, Claudio Gagliardi, del segretario generale della Camera di Commercio di Arezzo, Giuseppe Salvini, e del Direttore di Assocamerestero, Gaetano Esposito, abbiamo concordato una linea di lavoro fondata sul fatto che le Camere di Commercio, nell’ambito di questa profonda crisi che il sistema imprenditoriale italiano sta affrontando, debbano supportare le imprese, chiamate a reinventarsi e qualificarsi sempre più per poter competere nel mercato globale.

    Ci siamo prefissi un obiettivo assai ambizioso: lavorare per progettare il futuro, così da poter fornire un sostegno reale alle imprese, avendo sempre come riferimento l’intera filiera. Da ciò nascono i "progetti TF", costruiti per quelle aziende che condividono i valori dell’appartenenza al territorio e alla filiera, delle relazioni - attraverso la trasparenza e la fiducia - e dell’identità, valorizzando la tradizione ma guardando al futuro.

    Per realizzarli abbiamo chiesto al presidente Dardanello l’apertura di quello che è stato definito "un grande cantiere", coordinato e promosso da Unioncamere, un cantiere che veda coinvolti il sistema delle Camere di Commercio territoriali, gli enti preposti alla promozione del made in Italy e il mondo delle filiere.

    Il presidente Dardanello ha risposto assicurando la massima attenzione alle tematiche rappresentategli, sottolineando come Unioncamere, peraltro, abbia già dato il proprio concreto supporto al primo "progetto TF" messo in campo e cioè quello della tracciabilità TFashion nelle filiere Oro e Moda. Si tratta ora di proseguire sulla strada intrapresa, facendo partire i "progetti TF" per le altre filiere. Dove il codice TF testimonia non solo il saper lavorare secondo principi tecnici condivisi, ma anche il rispetto di altri requisiti definiti da Unionfiliere, e rappresenta quel valore aggiunto che porta un normale progetto ad avere un quid attestante l’appartenenza ad un circuito di qualità ed altri requisiti specifici.

    È una sfida impegnativa ma, proprio per questo, affascinante e non possiamo perderla. 

    Giovanni Tricca 

    ]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
    <![CDATA[ Distretto Produttivo Meccatronica: con Unionfiliere per supportare ricerca e innovazione tecnologica ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A107C43S40/Distretto-Produttivo-Meccatronica--con-Unionfiliere-per-supportare-ricerca-e-innovazione-tecnologica.htm Thu, 05 Sep 2013 11:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A107C43S40/Distretto-Produttivo-Meccatronica--con-Unionfiliere-per-supportare-ricerca-e-innovazione-tecnologica.htm  

    Il primo distretto ad aderire a Unionfiliere è attivo per promuovere la crescita delle imprese siciliane che lavorano in settori ad alta specializzazione tecnologica.

    Il distretto produttivo "Meccatronica" si estende su tutto il territorio della regione Sicilia. È per lo più rappresentato dalla provincia di Palermo, cui appartengono circa il 63% delle imprese ader ]]>  

    Il primo distretto ad aderire a Unionfiliere è attivo per promuovere la crescita delle imprese siciliane che lavorano in settori ad alta specializzazione tecnologica.

    Il distretto produttivo "Meccatronica" si estende su tutto il territorio della regione Sicilia. È per lo più rappresentato dalla provincia di Palermo, cui appartengono circa il 63% delle imprese aderenti ma include anche aziende situate nelle principali province della regione.

    È nato per valorizzare un'area di confine ad alta specializzazione tecnologica, tra la meccanica, l'automatica, l'elettronica e l'informatica. L'utilizzo appropriato di nuovi materiali, l'integrazione di tecnologie dell'automazione, l'uso di metodi di progettazione, simulazione, analisi sempre più complesse sono alcune delle sfide della nuova meccanica.

    Aderiscono al distretto, insieme ad alcuni Enti/Associazioni/Consorzi, 148 imprese (dato di aprile 2010) all'interno dell'intera filiera produttiva, che comprende produzioni metalmeccaniche, elettroniche ed informatiche.

    All'interno del ramo manifatturiero, in particolare in provincia di Palermo, le categorie produttive più rappresentative sono: produzione di metalli non ferrosi e semilavorati, fusione di acciaio e, soprattutto, fabbricazione di autoveicoli, costruzione di materiale rotabile ferroviario e di parti di autoveicoli. Vi è poi una presenza significativa di imprese di piccole dimensioni, altamente competitive, grazie alla loro specializzazione in prodotti particolari quali, ad esempio, la componentistica per il settore dell'automotive.

    Il distretto comprende sia le imprese industriali legate alla produzione di componenti e di apparecchiature elettroniche e informatiche, sia le imprese del cosiddetto terziario avanzato, appartenenti ai comparti dell'informatica, della ricerca e sviluppo e delle comunicazioni.

    Molto attivo nella ricerca di finanziamenti e progetti, il distretto è; stato il primo ad aderire ad Unionfiliere per poter partecipare a progetti nazionali ed europei e favorire la ricerca e l'innovazione tecnologica applicata ai comparti interessati.

    Rif. Unionfiliere, Segreteria, e-mail: segreteria@unionfiliere.it 

    ]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
    <![CDATA[ L'impegno degli operatori del cotone americano nella costruzione di una filiera sostenibile ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A106C42S40/L-impegno-degli-operatori-del-cotone-americano-nella-costruzione-di-una-filiera-sostenibile.htm Thu, 05 Sep 2013 11:09:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A106C42S40/L-impegno-degli-operatori-del-cotone-americano-nella-costruzione-di-una-filiera-sostenibile.htm  

    Il Cotton Council International rende pubblico l'impegno degli operatori del cotone americano nella riduzione degli sprechi e, più in generale, nella costruzione di una filiera sostenibile, con la pubblicazione di dati e cifre relative all'impatto ambientale della filiera del cotone negli Stati Uniti. Ciò che emerge è un quadro estremamente rassicurante, sia dal punto di vista della so ]]>  

    Il Cotton Council International rende pubblico l'impegno degli operatori del cotone americano nella riduzione degli sprechi e, più in generale, nella costruzione di una filiera sostenibile, con la pubblicazione di dati e cifre relative all'impatto ambientale della filiera del cotone negli Stati Uniti. Ciò che emerge è un quadro estremamente rassicurante, sia dal punto di vista della sostenibilità che dell'eticità del settore.

    Leggi la notizia >

     

    ]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere ) <![CDATA[ Guido Arzano eletto presidente del Comitato dell'Agroindustria ad Alta Qualità Ambientale ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A70C63S40/Guido-Arzano-eletto-presidente---del-Comitato-dell-Agroindustria-ad-Alta-Qualita-Ambientale-.htm Tue, 18 Jun 2013 11:06:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A70C63S40/Guido-Arzano-eletto-presidente---del-Comitato-dell-Agroindustria-ad-Alta-Qualita-Ambientale-.htm Il presidente della Camera di Commercio di Salerno Guido Arzano è stato nominato presidente del Comitato dell’Agroindustria ad Alta Qualità Ambientale di Unionfiliere. La nomina è avvenuta lunedì 17 giugno durante la riunione di insediamento del neonato comitato.

    Costituito dall’Assemblea di Unionfiliere nella riunione del 28 maggio 2013, fanno parte del comitato le Camere di Commercio di M ]]> Il presidente della Camera di Commercio di Salerno Guido Arzano è stato nominato presidente del Comitato dell’Agroindustria ad Alta Qualità Ambientale di Unionfiliere. La nomina è avvenuta lunedì 17 giugno durante la riunione di insediamento del neonato comitato.

    Costituito dall’Assemblea di Unionfiliere nella riunione del 28 maggio 2013, fanno parte del comitato le Camere di Commercio di Modena, Brindisi, Latina, Salerno e Torino. Possono aderire tutte le Camere di Commercio e le Unioni Regionali interessate.
     

    ]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
    <![CDATA[ Meccanica: è stata costituita la nuova filiera ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A69C63S40/Meccanica--e-stata-costituita-la-nuova-filiera.htm Tue, 18 Jun 2013 11:06:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A69C63S40/Meccanica--e-stata-costituita-la-nuova-filiera.htm Il Comitato di Filiera della Meccanica è stato costituito dall’Assemblea di Unionfiliere nella riunione del 28 maggio 2013 su richiesta delle Camere di Commercio di Arezzo, Lecco, Palermo, Varese, Vicenza e il Distretto Produttivo della Meccatronica.

    Per maggiori informazioni clicca qui

    ]]>
    Il Comitato di Filiera della Meccanica è stato costituito dall’Assemblea di Unionfiliere nella riunione del 28 maggio 2013 su richiesta delle Camere di Commercio di Arezzo, Lecco, Palermo, Varese, Vicenza e il Distretto Produttivo della Meccatronica.

    Per maggiori informazioni clicca qui

    ]]>
    xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
    <![CDATA[ Agroindustria: è stata costituita la nuova filiera ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A64C63S40/Agroindustria--e-stata-costituita-la-nuova-filiera.htm Wed, 29 May 2013 10:05:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A64C63S40/Agroindustria--e-stata-costituita-la-nuova-filiera.htm Il Comitato di Filiera dell’Agroindustria ad alta qualità ambientale è stato costituito dall’Assemblea di Unionfiliere nella riunione del 28 maggio 2013 su richiesta delle Camere di Commercio di Modena, Brindisi, Latina, Salerno e Torino.

    Per maggiori informazioni clicca qui

    Il Comitato di Filiera dell’Agroindustria ad alta qualità ambientale è stato costituito dall’Assemblea di Unionfiliere nella riunione del 28 maggio 2013 su richiesta delle Camere di Commercio di Modena, Brindisi, Latina, Salerno e Torino.

    Per maggiori informazioni clicca qui

    ]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )
    <![CDATA[ Unionfiliere, dove si progetta il futuro ]]> http://www.unionfiliere.it/P42A53C41S40/Unionfiliere--dove-si-progetta-il-futuro.htm Tue, 21 May 2013 12:05:00 GMT Rss http://www.unionfiliere.it/P42A53C41S40/Unionfiliere--dove-si-progetta-il-futuro.htm Progettare strumenti di qualificazione e valorizzazione delle principali filiere del Made in Italy è la nostra mission!

    Nuovi mercati significano, infatti, nuove esigenze e in questo contesto, dove la competitività è straordinariamente elevata, si impone, per le imprese italiane,  una nuova equazione
     

    CONOSCERE ]]> Progettare strumenti di qualificazione e valorizzazione delle principali filiere del Made in Italy è la nostra mission!

    Nuovi mercati significano, infatti, nuove esigenze e in questo contesto, dove la competitività è straordinariamente elevata, si impone, per le imprese italiane,  una nuova equazione
     

    CONOSCERE + QUALIFICARSI + PROMUOVERSI

    Per le Camere di Commercio la sfida diventa quella di  rafforzare, innovando, le loro funzioni storiche di tenuta del registro delle imprese e regolazione del mercato.

    Ma non solo!                            

    Si deve andare oltre le funzioni obbligatorie in una vera e propria azione di affiancamento e supporto delle imprese proprio sui temi diventati determinanti per la competitività nei mercati internazionali.

    A tal fine, Unionfiliere ha elaborato e condiviso schemi di qualificazione e attività di promozione per le imprese delle principali filiere del made in Italy.

    Per saperne di più, clicca sulle icone corrispondenti a ciascuna filiera.


     

    ]]> xxx@yyy.it ( Redazione Unionfiliere )